Applicabilità universale del sistema MRP II

Applicabilità universale del sistema MRP II

In ogni caso la logica MRP II può dirsi d’applicabilità universale perché e in grado di dare risposta ai quattro quesiti fondamentali:

  • che cosa bisogna produrre: quali articoli, per quando, in quale quantità,
  • cosa occorre per produrli: materiali, capacita interne od esterne,
  • di che cosa si dispone: materiali e capacità,
  • che cosa deve essere approvvigionato: materiali e capacità.

Pertanto, i principali impatti nell’utilizzo dell’MRP II sono da riscontrare nelle attività di previsione e programmazione della produzione. Nonostante la numerosità dei settori produttivi e la diversità delle tecnologie, le problematiche inerenti alla programmazione della produzione sono sostanzialmente costanti. Bisogna fronteggiare il problema dell’utilizzazione efficace delle risorse interne e/o approvvigionare efficacemente le risorse esterne per rispondere alle richieste del mercato con un livello di servizio adeguato. Obiettivo principale della programmazione della produzione è ottenere il coordinamento delle attività  (ossia stabilire in quale intervallo temporale esse vanno svolte) sia  nel rispetto dei vincoli e delle relazioni di precedenza delle stesse attività, sia in modo da minimizzare il tempo/costo di completamento. Oltre a ciò è necessario affrontare i problemi della programmazione, marketing e finanza sul piano industriale e della produttività legata all’ingegneria in azienda.

Precedente Programmazione, marketing e finanza sul piano industriale Successivo Impatti delle tecnologie dell'informazione sulle attività produttive aziendali

Lascia un commento

*