Architettura dei Reader per la tecnologia RFID

Architettura dei Reader per la tecnologia RFID

Dopo aver analizzato nello specifico la struttura fisica e tecnica del tag RFID in questo articolo, si può passare alla descrizione dello strumento che acquisisce i dati forniti da l tag stesso: il reader. L’architettura dei Reader prevede che esso sia essenzialmente composto dai seguenti componenti:

  • un sistema di connessione e comunicazione con un elaboratore
  • un sistema di alimentazione
  • un sistema di generazione del campo elettromagnetico
  • un sistema di comunicazione con il tag
  • eventuali sistemi accessori.

Componenti dell’architettura dei Reader

Il sistema di connessione e comunicazione con l’elaboratore permette essenzialmente una comunicazione seriale in modalità half-duplex, ovvero un collegamento con un solo canale in una trasmissione di tipo seriale che permette alternativamente l’invio di informazioni nei due sensi.

Il sistema di alimentazione del reader è un sistema classico composto da un alimentatore (o da batterie): l’unica accortezza adottata dai produttori è stata quella di schermare l’alimentatore affinché non si generino eventuali interferenze elettromagnetiche che possano impedire la corretta lettura del transponder.

Il sistema di generazione del campo elettromagnetico è costituito dall’apparecchiatura elettronica per la corretta emissione\stabilizzazione del segnale.

Il sistema di comunicazione con il tag è costituito da un’apparecchiatura elettronica in grado di interfacciarsi con il sistema di generazione del campo elettromagnetico, riducendo i disturbi, e di codificare\decodificare i cambiamenti del campo in modo da leggere o scrivere i tag.

I sistemi accessori sono componenti dei reader che permettono di automatizzare eventuali operazioni o componenti di attivazione, chiamato spesso relè. Ad esempio, alcuni reader hanno delle liste programmabili di codici di tag verso le quali devono o non devono attivare un relè.

 

Precedente Classificazione dei Reader per la tecnologia RFID Successivo Middleware nei sistemi RFID

Lascia un commento

*