Caratteristiche dell’Intelligenza artificiale debole e forte

Caratteristiche dell’Intelligenza artificiale debole e forte

Intelligenza artificiale debole

Macchine che agiscono come se fossero intelligenti è l’ipotesi che sta alla base dell’intelligenza artificiale (IA) debole. Secondo questa visione filosofica il calcolatore viene considerato come uno strumento potentissimo applicato allo studio della mente, che ci permette di formulare e verificare ipotesi in una maniera più precisa e rigorosa [Searle, 1980]. L’intelligenza artificiale fu fondata dallo stesso John McCarthy con l’idea che l’IA debole fosse possibile [Russel and Norvig, 2010]. Questo perchè nella proposta del seminario al Dartmouth College asseriva che ogni aspetto dell’apprendimento e dell’intelligenza potesse essere formalizzato e quindi simulato al calcolatore.
Fanno parte di questa categoria i “sistemi basati sulla conoscenza” o “sistemi esperti”, chiamati anche più comunemente “sistemi di supporto alle decisioni (ovvero sistemi capaci di risolvere problemi in domini limitati, utilizzando processi inferenziali)”.

Intelligenza artificiale forte

“Secondo l’IA forte, invece, il calcolatore non è semplicemente uno strumento per lo studio della mente, ma piuttosto, quando sia programmato opportunamente, è una veramente; è cioè possibile a?ermare che i calcolatori, una volta corredati dei programmi giu sti, letteralmente capiscono e posseggono altri stati cognitivi” [Searle, 1980].
L’ipotesi dell’intelligenza artificiale forte, sostenuta dai funzionalisti, asserisce che le macchine che si comportano intelligentemente stiano effettivamente pensando, e non semplicemente simulando il pensiero. L’IA forte porta, dunque, ad interrogarsi sul concetto di coscienza, in quanto comprensione e consapevolezza di sè, e ci permette di riflettere su aspetti che riguardano l’etica relativa allo sviluppo di macchine intelligenti.

Caratteristiche dell'Intelligenza artificiale debole e forte
Caratteristiche dell’Intelligenza artificiale debole e forte
Precedente Intelligenza artificiale: Il test di Turing Successivo Definizione di Problem Solving e apprendimento automatico

Lascia un commento

*