Che cos’è la virtualizzazione e la macchina virtuale (VM)?

Che cos’è la virtualizzazione e la macchina virtuale (VM)?

Definizione di virtualizzazione

Per virtualizzazione si intende l’astrazione di una risorsa fisica attraverso un’interfaccia logica che ne nasconda i dettagli implementativi. Nel caso specifico della virtualizzazione di sistemi informatici, consiste nella predisposizione ed utilizzo di intere macchine virtuali, differenti per sistema operativo ed applicazioni installate, sul medesimo sistema hardware. La predisposizione di un tale sistema viene realizzata mediante utilizzo di uno strato software intermedio detto VMM (Virtual Machine Monitor) che ha l’effetto di controllare e “regolamentare” (utilizzare anche altra terminologia) l’accesso delle macchine virtuali alle risorse fisiche della macchina.

Che cos'è la virtualizzazione e la macchina virtuale (VM)
Che cos’è la virtualizzazione e la macchina virtuale (VM)?

Macchina Virtuale (VM)

Per spiegare al meglio come si svolge tale processo di virtualizzazione si è deciso di introdurre alcuni concetti di Macchina Virtuale e nei prossimi articoli anche quello del VMM (Virtual Machine Monitor).

La prima definizione di Virtual Machine (VM) risale al 1974 quando Gerald J. Popek e Robert P. Goldberg scrissero un articolo in cui gettaronoasi teoriche della virtualizzazione.
Benché si riferissero a sistemi di terza generazione, costruiti con i primi circuiti integrati, l’analisi che fecero può essere considerata valida anche per i moderni sistemi di quarta generazione, dotati di microprocessori.

La definizione che fu data di macchina virtuale è la seguente:

“Un duplicato software di un computer reale nel quale un sottoinsieme statisticamente dominante di istruzioni del processore virtuale viene eseguito nativamente sul processore fisico”

Precedente Come scegliere correttamente una distribuzione Linux Successivo Come funziona e le caratteristiche del Virtual Machine Monitor (VMM)

Lascia un commento

*