Che cosa è il CMS (Content Management System) e come funziona

Che cosa è il CMS (Content Management System) e come funziona

Che cosa è il CMS?

Un Content Management System, in acronimo CMS, (in italiano sistema di gestione dei contenuti), è uno strumento software, installato su un server web, il cui compito è facilitare la gestione dei contenuti di siti web, svincolando il webmaster da conoscenze tecniche specifiche di programmazione Web.

Che cosa è il CMS (Content management system)

Partendo dalla definizione che solo un sito costantemente aggiornato può essere seguito con interesse, si può definire correttamente il CMS.
Un Content Management System è un’applicazione che consente di variare i contenuti di un sito senza intervenire sulle pagine o sul database da cui sono lette le informazioni. Tecnicamente si tratta di un’applicazione, spesso usabile mediante il browser, che consente, con un front-end di semplice uso, l’inserimento e la gestione di articoli, schede, elenchi, link e banner. Tali informazioni sono poste nel database, dal quale poi il motore dinamico del sito le estrae per produrre le pagine che saranno mostrate al visitatore. Chi inserisce i contenuti, in sostanza, non deve avere conoscenze tecniche. Deve saper scrivere, e quasi niente altro. Il suo vantaggio è che una volta creata la struttura che dinamicamente produce le pagine, i contenuti possono essere inseriti e variati senza conoscenze di sviluppo. Questo significa che una volta che il webmaster ha definito l’estetica del sito, deve preoccuparsi solamente di inserire contenuti: niente più problemi di formattazione del testo, niente più problemi di posizionamento degli articoli all’interno delle pagine. Questo è il vero punto di forza dei CMS: definita una volta per tutte l’estetica del sito si deve pensare solo ad inserire articoli, post e funzionalità.

Funzionalità dei CMS

Un elemento fondamentale che distingue un CMS da un normale editor di siti web è la gestione degli utenti. Tutti i CMS in circolazione permettono di gestire migliaia di utenti a sforzo zero, visto che la piattaforma prevede già funzionalità pronte all’uso per gestire i vari tipi di utenti.
Grazie a queste funzionalità, è possibile definire utenti Administator (che sono in grado di fare tutto, compreso di cambiare il codice e l’estetica), utenti redazionali, che tipicamente possono solo inserire nuove pagine e nuovi articoli, ed infine è possibile gestire gli utenti web, permettendo così allo sviluppatore, senza alcuna conoscenza informatica, di realizzare un sito dove i visitatori possono registrarsi ed accedere ad aree riservate o a pagine personalizzabili.

 

Un Content Management System permette ad un utente abilitato di inserire o aggiornare i contenuti di un settore o di un’area del sito, attraverso la gestione di un sistema guidato e personalizzato di controlli ed approvazioni (workflow) da parte di gure diverse:

  1. l’amministratore, che sceglie gli autori e gli editori, assegnando loro le aree su cui lavorare,
  2. l’autore, che inserisce i contenuti nelle aree di propria competenza,
  3. l’editore, che approva, modifica, rifiuta e pubblica le pagine approvate.

I CMS, soprattutto i più famosi, o furono disponibili sul web migliaia di estetiche già pronte (template grafici) alcune utilizzabili gratuitamente, altre a pagamento. Utilizzare un CMS, piuttosto che un sito web realizzato da zero, permette di adottare questi template inseribili nel sito senza sforzo e se un giorno si decidesse di rinnovare completamente la grafica, basterà cambiare solo il template.
Un altro innegabile vantaggio dei siti web realizzati tramite l’uso di un CMS è la sicurezza dei prodotti: essendo quasi sempre CMS con milioni di installazioni in giro per il mondo, è difficile che un CMS presenti vulnerabilità ed errori di programmazione che invece sono molto di usi in prodotti `fai da tè. Inoltre i CMS sono quasi sempre realizzati con tecniche che producono pagine rispettose degli standard del web e già ottimizzate per i motori di ricerca (SEO friendly). Quindi, le principali caratteristiche di un sistema di gestione dei contenuti comprendono:
gestione di interfacce basate su browser web per l’aggiornamento delle pagine:

  1. utilizzo di template grafici per la presentazione dei contenuti,
  2. gestione di ruoli distinti di utenti e di specifiche funzionalità di workflow,
  3. database per l’archiviazione di immagini e contenuti testuali e grafici,
  4. reperimento ed integrazione con contenuti provenienti da altri sistemi informatici,
  5. gestione di mailing list e messaggistica,
  6. gestione e classificazione di link, notizie, faq, eventi,
  7. funzionalità di interrogazione e ricerca,
  8. personalizzazione dei criteri grafici di presentazione dei contenuti.
Precedente Differenza tra Errore, Difetto e Malfunzionamento in informatica Successivo Vantaggi e limiti dei CMS (Content Management System)

Lascia un commento

*