Che cosa è il CMS WordPress e come funziona

Che cosa è il CMS WordPress e come funziona

WordPress è una piattaforma di editoria personale allo stato dell’arte che si focalizza sull’estetica, sugli standard web e sull’usabilità. È uno strumento o più precisamente un CMS (Content Management System) che al tempo stesso è gratuito e senza prezzo per le sue infinite possibilità. Supporta un solo sito (o blog) per installazione, ma ne esiste anche una versione multi-utente, WordPress MU, anch’essa distribuita con la stessa licenza. Dalla versione 3.0 WordPress MU non esiste più e tutte le funzionalità sono state inglobate in WordPress nella modalità Network.

Che cosa è il CMS WordPress e come funziona

Cosa è WordPress e come funziona

WordPress è un software licenziato GPL (licenza per software libero) e sono richiesti PHP (v4.2 o successiva) e MySQL (v3.23.x o successiva). Esso genera dinamicamente le pagine, il che vuol dire che non c’è nessuna necessità di ricrearle ad ogni aggiornamento del sito o del suo aspetto. Ogni volta che viene richiesta la visualizzazione di una pagina, essa viene generata utilizzando il database e i template (modelli). Ciò significa che l’aggiornamento del sito, o il suo ridisegno, avviene nel modo più veloce possibile e lo spazio richiesto sul server per la memorizzazione è minimo.

Storia di WordPress

WordPress è nato dal desiderio di un elegante sistema di pubblicazione personale, e con una bella architettura. E’ il successore ufficiale di b2/cafelog, che era una piattaforma di blogging creata nel 2001. Nel 2003 fu creata la prima versione di WordPress da Matt Mullenweg e Mike Little, partendo dal codice sorgente di b2/cafelog. Da quel momento è stato un susseguirsi di versioni (tutte chiamate con nomi di musicisti jazz) le quali integravano nuove funzionalità al software per renderlo sempre più completo e ad oggi, il processo di innovazione è in continua evoluzione.

Installazione

È disegnato per essere installato su di un web server o su un account di hosting condiviso, fornendo il completo controllo sul sito. A differenza di servizi di hosting di terze parti, si può accedere e modi care, se fosse necessario, ogni cosa ad esso correlata. È possibile installare WordPress sul computer di casa o anche su di una Intranet.
L’aggiornamento del sito all’ultima versione di WordPress è altrettanto semplice, e richiede ancora meno tempo per l’installazione.

Gestione Utenti

WordPress utilizza i livelli-utente per controllare l’accesso alle varie funzionalità. Ciò consente di limitare i privilegi dei singoli utenti, in modo tale da consentire la creazione o la modifica dei contenuti del sito solo a coloro che hanno i permessi necessari.
Ciascun utente, può definire il proprio pro lo, se lo desidera, con dettagli quali: l’indirizzo email, gli alias di vari programmi di instant messaging, etc, oltre a poter controllare il modo in cui questi dettagli vengono visualizzati sul sito.

Design e interfaccia grafica

WordPress utilizza i template per generare le pagine in maniera dinamica. Si può controllare la presentazione dei contenuti modificando i template, utilizzando lo strumento di Modifica Template e i Marcatori dei Template. Ogni installazione di WordPress è dotata di un editor di le, il quale può essere utilizzato per modificare i template e gli altri file correlati al software, utilizzando direttamente un browser, senza doversi preoccupare di scaricare e ricaricare i le per poterli modificare. I marcatori Template rendono semplice la progettazione dei contenuti e delle informazioni che vengono visualizzate sul sito. È possibile personalizzare il sito utilizzando i temi e gli stili già disponibili. Inoltre è anche possibile creare e condividere temi personalizzati.
Infine, il CMS WordPress dà ai propri utenti la possibilità di implementare i propri portali web con l’ausilio dei plugin, i quali estendono le funzionalità del sito. Ne sono già disponibili un ampio numero, per lo più sviluppati dagli utenti, che possono essere utilizzati per fare praticamente qualsiasi cosa.

Precedente Vantaggi e limiti dei CMS (Content Management System) Successivo Le principali caratteristiche dei CMS (Content Management System)

Lascia un commento

*