Concorsi pubblici

Concorsi pubblici

Il concorso pubblico è la modalità con cui gli Enti Pubblici reclutano il personale.

Tramite il concorso pubblico si può accedere sia a posti a tempo inderterminato che a tempo determinato secondo i diversi contratti di lavoro (ad es. Collaborazioni Coordinate Continuative solo presso le Pubbliche Amministrazioni, Contratto di formazione lavoro, ecc.).

Esistono diversi tipi di concorso:

  • per soli esami, la selezione avviene unicamente in base al punteggio riportato nelle prove d’esame.
  • per soli titoli, non prevede nessuna specifica prova d’esame e consiste nella valutazione, da parte di una commissione precedentemente prescelta, del curriculum scolastico e professionale.
  • per titoli ed esami, prevede l’attribuzione di un punteggio per il proprio curriculum scolastico e professionale, al quale si sommano i punteggi ottenuti con le prove d’esame.
  • corso-concorso, prevede una pre-selezione di candidati per l’ammissione a un corso con posti predeterminati e finalizzato alla formazione dei candidati stessi.

Requisiti necessari: per poter accedere ad un concorso pubblico occorre essere in possesso, alla data di scadenza per la presentazione della domanda di ammissione, dei requisiti previsti dal bando. Per alcuni impieghi, le cui competenze istituzionali riguardano la difesa e la sicurezza dello Stato, la Polizia e la Giustizia, sono richieste anche buona condotta e qualità morali. Da gennaio 2000 è previsto anche l’accertamento della conoscenza dell’uso di apparecchiature e software informatici e di almeno una lingua straniera. Ulteriori requisiti particolari possono essere indicati nei singoli concorsi.

Nel bando dei concorsi pubblici si trovano tutte le informazioni necessarie per partecipare al concorso attraverso l’indicazione dei seguenti dati:

  • L’Ente che lo ha emanato;
  • Il numero dei posti messi a concorso;
  • La professionalità e la categoria contrattuale;
  • I requisiti generali di ammissione;
  • Eventuali requisiti specifici;
  • Il trattamento economico;

Le modalità di presentazione della domanda ed eventuale documentazione da allegare. La legge Bassanini del 1997, prevede che non siano più allegati i vari certificati di nascita, residenza, stato civile, cittadinanza: è sufficiente trascrivere questi dati sulla domanda di partecipazione in quanto fa fede il documento di identità. La domanda va completata con i documenti attestanti il possesso dei requisiti e di eventuali titoli che danno diritto a precedenze.

La data di scadenza entro cui presentare la domanda di ammissione. Tale scadenza è in genere il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Si ricorda che se il trentesimo giorno coincide con una festività, la data si sposta automaticamente al primo giorno successivo alla festività. Inoltre, nei bandi di concorso è possibile trovare:

  • I contenuti delle prove d’esame;
  • Le modalità con cui il candidato verrà avvisato circa la data e il luogo di svolgimento delle prove;
  • I titoli valutabili (nel caso di concorsi per titoli ed esami o per soli titoli);
  • L’eventuale riserva di una quota di posti al personale già in servizio presso l’Ente, oltre che ai candidati appartenenti alle categorie protette.
  • Le modalità di pubblicazione della graduatoria finale
  • I riferimenti all’ufficio concorsi dell’ente per eventuali informazioni.
  • I bandi vengono affissi presso l’Albo Pretorio (che ha sede in ogni comune) e sull’ Albo Pretorio online, previsto per legge, dell’Ente pubblico che li emette.

Le pubblicazioni ufficiali che riportano i bandi sono:

  1. la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV serie speciale “Concorsi ed Esami” che pubblica i concorsi banditi dagli enti pubblici statali, dalle ASL e, talora, dai Comuni relativi al territorio nazionale; viene pubblicata tutti i martedì ed i venerdì ed è consultabile gratuitamente sul sito ufficiale della G.U.
  2. il Bollettino Ufficiale della Regione (ogni regione pubblica il suo bollettino ufficiale dove è possibile trovare i concorsi banditi dagli Enti Locali).
Precedente Come cercare lavoro Successivo Contratti di lavoro

Lascia un commento

*