Definizione di Topologia delle reti di computer

Definizione di Topologia delle reti di computer

La topologia delle reti di computer (o calcolatori elettronici) è la configurazione logica dei collegamenti tra le varie stazioni (in generale i vari componenti) della rete. La topologia di una rete di computer rappresenta una delle scelte fondamentali nella progettazione della rete stessa, specialmente se si tratta di una rete locale (LAN): la topologia determina infatti le dimensioni e la “forma” di  una  rete, con particolare riferimento al numero massimo di stazioni collegabili,  al  numero di linee di interconnessione ed alla lunghezza complessiva del cavo  utilizzato. La topologia influenza inoltre i costi, l’affidabilità, l’espandibilità e la complessità della rete.

Ci sono essenzialmente 5 tipi di tipologie di rete, rappresentate nella prossima figura, ed un numero piuttosto grande di varianti. Tra tutte le tipologie, tre hanno avuto ampia accettazione di mercato: sono le strutture a stella, ad anello  e  a  dorsale. Accettazione anche buona c’è stata per la topologia ad albero. Per quanto riguarda, invece, la struttura a maglia, essa è tipicamente usata solo nelle reti geografiche (WAN).

Definizione di Topologia delle reti di computer
Principali topologie delle reti di computer

Vantaggi e svantaggi sulle diverse topologie di rete

Ogni topologia ha dunque caratteristici punti di forza e di debolezza. La scelta della topologia va pertanto fatta tenendo presente fondamentalmente l’affidabilità, l’espandibilità, la complessità dell’installazione, le possibilità di controllo, i costi, l’ampiezza di banda disponibile.

Le topologie ad anello e la a stella appaiono come quelle più vulnerabili a causa della ripercussione sull’intera rete della caduta, rispettivamente, della stazione singola o del nodo centrale, mentre la soluzione a dorsale non sembra presentare questo rischio. In realtà, abbiamo osservato sia che esistono opportuni accorgimenti atti a risolvere i problemi delle reti ad anello ed a stella sia che anche la soluzione a bus (o dorsale) cessa di funzionare nel momento in cui si verifica una interruzione del cavo.

In generale, quindi, possiamo affermare che ogni topologia presenta i propri inconvenienti, ma è sempre possibile pensare ad accorgimenti che risolvano tali inconvenienti. Naturalmente, l’implementazione pratica di questi accorgimenti potrà poi risultare più o meno conveniente, soprattutto da un punto di vista economico.

A  proposito degli aspetti economici, un elemento cui si è  dato in passato una  certa rilevanza è il costo dei cavi; tuttavia, grazie alla progressiva diminuzione dei prezzi, questo aspetto è attualmente di secondo  piano.

Osserviamo inoltre che le strutture ad anello ed a stella sono quelle che si prestano maggiormente a collegamenti ad alta o altissima velocità, grazie al fatto che esse utilizzano solo collegamenti punto-a-punto. Disponendo di mezzi trasmissivi idonei (tipicamente le fibre ottiche), le velocità di  trasmissione  raggiungibili sono molto elevate. D’altra parte,  se consideriamo una struttura a stella con collegamenti punto-a-punto ad altissima velocità, appare evidente che le elevate prestazioni sono raggiungibili  solo  se  il centro stella ha una elevata velocità di commutazione; in caso contrario, se cioè il centro stella fosse lento, l’alta velocità con cui le stazioni scambiano i dati con il centro stella verrebbe compensata dalla bassa velocità con cui il centro stella smista i dati sulle varie  linee.

Precedente Chi sono gli stakeholder di un progetto? Successivo Reti di telecomunicazioni: Topologia a stella

Lascia un commento

*