Definizione e caratteristiche principali del Pervasive Computing

Definizione e caratteristiche principali del Pervasive Computing

Il Pervasive Computing può essere visto come una nuova forma di computazione altamente dinamica e disaggregata: gli utenti sono mobili e i servizi sono forniti da una serie di componenti distribuiti che collaborano tra loro. Le applicazioni necessarie per supportare queste nuove esigenze sono, da un punto di vista architetturale, non monolitiche bensì costituite da moduli allocati in numerosi nodi della rete. In tal senso, il Pervasive Computing costituisce una nuova tappa nel percorso evolutivo dell’elaborazione e del calcolo distribuito.

Definizione e caratteristiche principali del Pervasive Computing

Sistemi distribuiti

Il Distributed Computing mira a ripartire dati e capacità computazionali su componenti indipendenti, residenti su macchine diverse, che comunicano tra loro attraverso reti di interconnessione.
Le metodologie attraverso le quali comunicare ed accedere ai dati e agli strumenti di calcolo da postazioni remote, le tecniche sulla replicazione e ridondanza dei dati, che favoriscono la disponibilità e la reperibilità delle informazioni e aumentano l’affidabilità del sistema nel complesso, rappresentano l’oggetto di studio per questa forma di computing.

Sistemi mobili

Con l’introduzione di vincoli e problematiche legate al concetto di mobilità, è stato necessario pensare a nuove soluzioni tecnologiche che hanno portato alla creazione di una nuova forma di computing, ossia il Mobile Computing.
In questi nuovi scenari di calcolo distribuito, non si hanno più nodi di rete fissi, con connessioni stabili e veloci, ma nodi costituiti da dispositivi mobili che accedono alla rete e la abbandonano continuamente ed in maniera del tutto imprevedibile, dotati di connessioni precarie e contraddistinte da forti cambiamenti sulle caratteristiche di banda.
Le limitate capacità di calcolo e di memoria dei dispositivi mobili, le esigenze di risparmio energetico, rappresentano ulteriori aspetti di cui il Mobile Computing si sta occupando.

Sistemi pervasivi

I sistemi di Pervasive Computing sono a loro volta anche sistemi distribuiti e mobili. Pertanto, le problematiche inerenti il mobile ed il distributed computing vengono riprese in questo nuovo paradigma ma, in certo senso, amplificate oltremodo a causa dei requisiti stringenti e dei particolari contesti definiti in questi nuovi ambienti.
La Figura seguente mostra come i problemi di ricerca nel Pervasive Computing sono relazionati a quelli del Distributed e del Mobile Computing. Muovendoci da sinistra verso destra, incontriamo nuove incognite. Inoltre, le soluzioni di problematiche precedentemente affrontate diventano ancora più complesse: come suggeriscono i simboli in figura, l’aumento di complessità è moltiplicativo piuttosto che additivo. E’ molto più difficile progettare e realizzare un sistema pervasivo che un sistema distribuito di comparabile robustezza e maturità.

Dal Distributed Computing al Pervasive Computing
Dal Distributed Computing al Pervasive Computing

Concludiamo questo articolo mostrando la figura seguente che riassume quanto finora detto, illustrando come si compone l’architettura di un sistema pervasivo a partire da sistemi mobili e distribuiti (modello architetturale per sistemi pervasivi).

Un modello architetturale per sistemi pervasivi
Un modello architetturale per sistemi pervasivi
Precedente Sviluppo del software: Differenze tra Agile e Devops Successivo Caratteristiche principali di un Sistema Pervasivo

Lascia un commento

*