Efficienza del RSA (Rivest Shamir Adleman)

Efficienza del RSA (Rivest Shamir Adleman)

Dal punto di vista prestazionale (efficienza RSA), l’algoritmo crittografico RSA presenta un tempo di calcolo per la fase di crittazione che è di un ordine di grandezza pari a O(k2), la fase di decrittazione O(k3), mentre la generazione delle chiavi O(k4) dove k è la grandezza in bit del numero da cifrare.

È interessante notare come gli algoritmi a chiave pubblica siano sensibilmente più lenti di quelli a chiave privata: infatti, confrontando le prestazioni, si scopre che l’algoritmo DES, nella realizzazione software, è almeno 100 volte più veloce dell’RSA, mentre nella realizzazione hardware si arriva ad una differenza di velocità di circa 1000 o addirittura 10000 volte. Per questo motivo gli algoritmi a chiave pubblica vengono utilizzati, solitamente, solo nella fase iniziale di handshaking della transazione, durante la quale le parti si scambiano una chiave detta di “sessione” utilizzata per la crittazione dei dati durante la trasmissione tra algoritmi a chiave segreta (o chiave simmetrica).

Per quanto riguarda la sicurezza dell’algoritmo RSA si veda l’articolo: Sicurezza del RSA (Rivest Shamir Adleman).

 

Precedente Sicurezza del RSA (Rivest Shamir Adleman) Successivo Riservatezza e Autenticazione attraverso l'algoritmo RSA

Lascia un commento

*