Evoluzione del sistema informativo aziendale

Evoluzione del sistema informativo aziendale

L’area informativa dell’impresa è cresciuta molto in dimensione e potere, tanto che le scelte che in essa vengono adottate possono arrivare ad influenzare le strategie e le strutture dell’intero sistema aziendale. I sistemi informativi aziendali sono stati oggetto di un lungo e costante studio che ha permesso l’individuazione e la messa in opera di tutta una serie di metodologie e di prassi e la conseguente realizzazione di strumenti piuttosto sofisticati in un arco di tempo relativamente breve, tutto ciò ben prima dell’invenzione del computer.

Si è passati, infatti, da una pura e semplice razionalizzazione dei flussi  informativi disponibili e necessari per il funzionamento dell’impresa alla costruzione di sistemi integrati di gestione delle informazioni, che consentono  alla direzione di porre in essere i propri processi decisionali nella maniera più rapida ed efficiente possibile.

Questa evoluzione è il risultato dell’applicazione e dello sviluppo realizzatosi nell’impiego degli elaboratori elettronici nelle attività svolte nell’ambito dei sistemi di produzione e trattamento dei dati. Essa è stata resa possibile dall’azione concomitante di almeno tre ordini di fenomeni, i quali si sono influenzati reciprocamente:

  • la necessità di disporre di dati e informazioni in quantità e qualità via via crescenti nel tempo, al fine di soddisfare le mutevoli e sempre più esigenti richieste provenienti dai vari organi aziendali;
  • l’affinamento delle conoscenze realizzatosi nell’ambito delle problematiche economiche e delle tecniche di gestione;
  • l’evoluzione tecnologica che ha interessato il mondo dell’informatica, la quale ha reso disponibili elaboratori elettronici con caratteristiche tecniche sempre migliori.

Quest’ultimo fenomeno, in particolare, ha generato un importante effetto di natura economica, avendo prodotto un continuo abbassamento dei costi di elaborazione dei dati. Ciò, a sua volta, ha influito sulla domanda d’informazioni, inducendone un aumento nella quantità utilizzata, ed ha agevolato la possibilità d’introdurre nuove tecniche di gestione grazie al più ampio patrimonio informativo ed alle più elevate capacità di elaborazione possedute dalle imprese. In un primo tempo il processo di ammodernamento e razionalizzazione verificatosi nel sistema informativo non ha modificato in via sostanziale il sistema stesso, ma ha solamente rinforzato la sua struttura, apportando miglioramenti di efficienza che hanno interessato gli aspetti organizzativi dell’impresa. Tali miglioramenti sono stati particolarmente manifesti per alcune funzioni aziendali, nelle quali è stato possibile intervenire sulle procedure e sulle metodologie prescelte per lo svolgimento dei lavori, basandosi su principi di maggiore logicità ed accelerando, attraverso l’automazione, l’esecuzione delle attività operative.

Successivamente, la presa di coscienza delle enormi capacità possedute dagli elaboratori e la sempre più spinta diffusione di metodi scientifici nella gestione delle imprese hanno fatto sì che si compissero degli sforzi maggiori negli investimenti aventi ad oggetto la razionalizzazione d’impiego della risorsa informativa. Non per niente la crescente difficoltà dei processi decisionali, la necessità di formalizzare in tutto o in parte alcune di queste attività hanno in pratica richiesto specifiche informazioni, ben definite nei loro contenuti e negli elementi caratterizzanti, i cui flussi andavano stabiliti in anticipo rispetto al momento della manifestazione di un’esigenza conoscitiva da parte di un organo aziendale.

Attualmente è invece possibile affermare che spesso l’utilizzo della tecnologia informatica in azienda ha prodotto cambiamenti nel modo di essere delle imprese portando all’evoluzione dal punto di vista interno ed esterno dell’impresa (o azienda) stessa.

Precedente Requisiti di un sistema informativo per un processo decisionale Successivo Sistemi EDP (Electronic Data Processing)

Lascia un commento

*