Fattori di ranking di Google per il migliore posizionamento italiano

Fattori di ranking di Google per il migliore posizionamento italiano

Diversamente dal precedente articolo Fattori fondamentali del SEO e per il posizionamento su Google, in cui si è discusso dell’impatto dei fattori SEO in generale senza tener conto di alcuna nazionalità in particolare, l’analisi si concentrerà ora sui ranking factor ovvero i fattori di ranking italiani. Risultati importanti arrivano dall’indagine condotta da Searchmetrics, la quale fornisce un resoconto ben dettagliato circa lo stato del mercato SEO in Italia, relativamente l’anno 2012 ma tutt’oggi ancora validi.

I punteggi ottenuti da ciascun fattore rappresentano il valore di correlazione ottenuto, ovvero la relazione che esiste fra i dati in esame e il corrispettivo risultato: maggiore è il numero ottenuto, più è alta l’importanza attribuita a quel fattore.

Dall’analisi si evince subito che i “social factors”, ovvero l’integrazione delle pagine Web con social network quali Facebook e Twitter, per fare i nomi dei più utilizzati e famosi in Italia, sono utilizzati sempre più frequentemente e svolgono un ruolo di fondamentale importanza ai fini di un buon posizionamento, comportando un “circolo virtuoso” (incremento di link-popularity, maggior volu- me di traffico, maggiori guadagni ecc…) di cui si è già accennato nel corso del precedente paragrafo. In particolare, la condivisione di contenuti  tramite Facebook (0,33) si è posizionato al top fra la lista dei fattori più determinanti, risultando più significativa, in termini di posizionamento, ad altri fattori quali il “like button” (0,26) e i “tweets” condivisi tramite Twitter (0,16). I fattori off-page rivestono ancora un ruolo di fondamentale importanza: i backlink  totali guadagnati da un sito, anche senza parole chiave contenute all’interno dell’ancora <a> </a>, sono d’importanza cruciale (0,29), seguiti dal numero di backlink contenenti solo parole chiave all’interno (0,22). Meno importanza hanno i link contrassegnati dal vincolo “rel=nofollow”, con un valore di correlazione ottenuto pari a 0,15.

Una dimostrazione del fatto che il quantitativo di link che puntano a un sito è strettamente correlato al loro posizionamento si desume dal seguente grafico:

Grafico sul rapporto fra posizionamento sito e numero di backlink ricevuti
Grafico sul rapporto fra posizionamento sito e numero di backlink ricevuti

È evidente come a un numero maggiore di backlink corrisponde, nella quasi totalità dei casi, una Web page con un miglior posizionamento; è sufficiente vedere il sito in prima posizione, con un numero di backlink pari a circa 1800, mentre quello in trentesima posizione arriva a poche decine di link. Altri parametri on-page da tenere in considerazione sono il posizionamento e la distribuzione della keyword all’interno delle pagine: positivamente valutate (0,16) sono le parole chiave contenute all’interno del dominio del sito, che a detta di Google acquisiranno sempre meno importanza nel corso del tempo, assieme alle keyword contenute nelle URL delle pagine, seppur in misura nettamente minore (0,04). Un eccesso di pubblicità nel sito tramite AdSense, ovvero servizi di banner pubblicitari offerti dallo stesso motore di ricerca, possono essere controproducenti (-0,03) e comportare una penalizzazione a livello SEO. Si è notato nell’articolo Fattori fondamentali del SEO e per il posizionamento su Google che esiste una correlazione negativa fra lunghezza del “title” della pagina (-0,05) e la distribuzione di parole chiave al suo interno (-0,09): maggiore è la lunghezza del titolo e minore è il peso, ovvero l’importanza, che assumono le keyword al suo interno.

Il SEO italiano è in piena fase di espansione: nel corso dei prossimi anni si assisterà a una forte crescita ad opera dei “social signals”: condivisioni, campagne pubblicitarie e interazioni tramite social network diventeranno uno dei fattori predominanti. Si veda infine a tal proposito il grafico sulla situazione dei social network nel territorio italiano.

Grafico sullo stato dei social network in Italia nel 2012
Grafico sullo stato dei social network in Italia nel 2012
Precedente Fattori fondamentali del SEO e per il posizionamento su Google Successivo Come migliorare il posizionamento dei siti web nei motori di ricerca

Lascia un commento

*