Impatti dell’integrazione fra sistema informatico aziendale e automazione nelle imprese

Impatti dell’integrazione fra sistema informatico aziendale e automazione nelle imprese

Alla luce delle considerazioni svolte nella precedente trattazione, è possibile affermare che in questi ultimi anni i sistemi informativi aziendali (SIA) hanno fatto molta strada diventando in grado di supportare un processo di cambiamento strategico ed organizzativo e rafforzando la capacità competitiva dell’impresa in termini di eccellenza del sistema operativo. Si tratta quindi di un processo evolutivo che non si esaurisce nel momento iniziale dell’introduzione del software in azienda ma produce effetti di medio lungo periodo innescando un processo di apprendimento dove l’utilizzo quotidiano degli strumenti informatici si abbina a nuove sperimentazioni sul modo di lavorare e dove lo sviluppo di competenze interne si integra con sempre nuovi contributi esterni.

Di fatto oggi i sistemi integrati non hanno come orizzonte il solo perimetro interno dell’azienda ma, come è stato illustrato, offrono piattaforme di integrazione e scambio di informazioni sempre più complete tra attori ed aziende differenti.

I sistemi informativi gestionali (ERP), consentono inoltre al management di assumere decisioni idonee ad accrescere il valore di lungo termine dell’azienda grazie alla possibilità di disporre delle informazioni necessarie al momento opportuno. Nelle imprese gestite con il supporto di sistemi informativi tradizionali, i manager sono spesso disorientati dai segnali contrastanti provenienti da fonti informative tra loro indipendenti, tale disorientamento dei manager si verifica in quanto spesso non si dispone di sistemi informativi integrati all’interno dell’impresa. Un sistema informativo gestionale invece permette alla direzione di prendere decisioni basate su una serie di informazioni tra loro coordinate e tempestive.

L’implementazione di un sistema di questo tipo determina varie conseguenze che fondamentalmente possono essere riassunte in due impatti principali: impatti sui meccanismi operativi ossia sui processi di gestione e impatti sulla struttura organizzativa.

Dal punto di vista dei meccanismi operativi, si allarga lo spettro della possibile risoluzione di soluzioni ritenute tecnicamente ed economicamente impossibili a causa della loro complessità tecnica e degli elevati costi e tempi di realizzazione. Dal punto di vista della struttura organizzativa, l’introduzione di tali sistemi implica una completa  rivoluzione mentale circa il modo  di  concepire l’organizzazione ed il suo cambiamento.

L’impatto dei sistemi informativi integrati si estende inoltre ad applicazioni interorganizzative dove la cooperazione tra le imprese della supply chain è agevolata dalla presenza di uno strumento comune e di procedure  operative chiare e condivise.

Per questo i sistemi informativi integrati permettono di sviluppare nuove  modalità gestionali non solo nella singola azienda, ma anche all’interno di una rete di imprese, ridisegnando rapporti, ruoli e responsabilità interorganizzative in vista di un miglioramento nel livello complessivo delle prestazioni. Queste caratteristiche di adattabilità e di estensibilità rendono tali sistemi uno strumento chiave per il rafforzamento della capacità competitiva dell’impresa nel lungo periodo, al di là delle difficoltà e delle resistenze che possono trovare al momento della loro installazione e al di là delle rigidità operative che la scelta di un software comporta. Le imprese che adottano un sistema informativo integrato acquisiscono la disponibilità di una piattaforma di strumenti e di funzionalità che, attraverso nuove configurazioni e nuovi moduli, permetterà loro di adeguare il proprio  modo di operare all’evoluzione continua delle esigenze di mercato.

La situazione appena delineata mette in evidenza l’importanza per le imprese di investire sul fronte delle competenze legate ai sistemi informativi al fine di essere in grado di gestire l’adozione e l’utilizzo dell’information technology (IT) nel migliore dei modi. Ciò che conta è che l’adozione di un sistema informativo gestionale rappresenti per l’impresa un’innovazione tecnologica ed organizzativa in cui l’evoluzione dell’information technology debba andare di pari passo con l’evoluzione delle pratiche organizzative.

In conclusione, si può affermare che i manager che si impegnano a massimizzare  i vantaggi derivanti da tali applicazioni devono iniziare prima di tutto a pensare  in termini di cambiamento organizzativo, magari in termini di processi, come al fattore critico di successo per realizzare una correlazione positiva tra  introduzione di un sistema informativo gestionale e ritorno in termini economici e finanziari (Sistema informativo aziendale (SIA) e fabbisogno informativo ai vari livelli di automazione).

Precedente Sistema informativo aziendale (SIA) e automazione aziendale Successivo Sicurezza dei dati informatici: stato dell'arte nelle piccole e medie aziende

Lascia un commento

*