Importanza e creazione di una Sitemap per un sito web

Importanza e creazione di una Sitemap per un sito web

Quando uno spider, sfruttando i link esterni o le segnalazioni, arriva al nostro sito web, può trovarsi di fronte molti link da visitare. Avendo un tempo limitato a sua disposizione, il robot, deve capire velocemente quali siano le pagine più importanti da visitare, a tal fine, la Sitemap per un sito web, rappresenta una sorta di “cartina stradale” che lo spider può consultare per visitare al meglio il sito web. In particolare, la costruzione della Sitemap viene consigliata quando il sito:

  • ha contenuti dinamici;
  • ha pagine che non sono facilmente individuabili da Google, in quanto possono contenere elementi che il motore di ricerca non è in grado di indicizzare;
  • è di nuova costruzione e ci sono pochi link esterni che puntano ad esso, quindi fornendo la Sitemap lo spider può individuare il nuovo sito più facilmente;
  • ha una serie di pagine che non sono collegate tra di loro e che quindi difficilmente vengono rintracciate dallo spider.

Per essere di aiuto al robot, la Sitemap deve essere creata da coloro che meglio conoscono la struttura del sito, cioè dai webmaster. Per tale motivo Google mette a loro disposizione una serie di strumenti che facilitano la costruzione delle mappe da inviare al robot.

Una Sitemap può essere creata in modi diversi:

  1. creazione manuale
  2. creazione attraverso strumenti terzi

Creazione manuale

Nella creazione manuale della sitemap per un sito web si crea un file di testo che dovrà avere estensione XML e dovrà contenere i seguenti elementi:

  1. l’intestazione del file deve contenere il seguente codice
    <?xml version=”1.0″ encoding=”UTF-8″?>
    //indica che si tratta di un file XML con codifica caratteri UTF-8
    <urlset xmlns=”http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9″>
    //rappresenta il nodo root della Siemap
  2. nel corpo del file vengono elencati gli url da inviare attraverso la Sitemap. Ognuno di loro deve essere racchiuso nel tag <loc> come si vede qui sotto
    <url> //raggruppa tutte le informazioni di un determinato URL
    <loc>http://www.example.com/</loc>//definisce l’indirizzo URL
    </url>
  3. alla fine del file si deve inserire il seguente codice
    </urlset>
    in modo da andare a chiudere il tag aperto nell’intestazione.

Creazione attraverso strumenti terzi

La creazione della sitemap per un sito web attraverso strumenti terzi rappresenta la strada più semplice per la creazione della sitempa di un sito web. Di fatto, molti sono i tool forniti in rete per la generazione automatica delle Sitemap. Anche gli stessi CMS (come ad esempio WordPress e Joomla) dispongono di plugin che generano automaticamente le Sitemap in formato XML.

Invio della sitemap ai motori di ricerca

Importanza e creazione di una Sitemap per un sito web

Una volta che la Sitemap è stata costruita è necessario segnalarla al più presto ai motori di ricerca in modo che effettuino una correttaa indicizzazione delle modifiche apportate al nostro sito web (come ad esempio: aggiunta di una nuova pagina, aggiunta di link interni, modifica di alcune pagine già esistenti e ancora altri eventi). Per fare questo esistono 2 modi:

  1. invio mediante l’uso degli Strumenti per webmaster di Google: per segnalare la Sitemap al motore di ricerca occorre accedere mediante l’account di Google al sito al quale vogliamo aggiungere la mappa. Dal pannello di configurazione basta scegliere la voce Sitemap e inserire l’URL della mappa da caricare. Dopo che la Sitemap è stata inviata occorre attendere anche qualche giorno prima Google ci dia informazioni sull’indicizzazione del sito a cui si riferisce la Sitemap e su eventuali errori riguardanti la mappa stessa.
  2. invio mediante il file robots.txt: è possibile segnalare la Sitemap a Google e ad altri motori di ricerca inserendo l’indirizzo completo della mappa nel file robots.txt in quanto lo spider accede periodicamente al suo interno. Ad esempio: Sitemap: http://example.com/sitemap_location.xml.

Naturalmente nell’invio della Sitemap possono essere rilevati errori di diverso tipo come un tag che contiene al suo interno un valore non valido, oppure una Sitemap che è vuota, o ancore un URL errato. Per motivo è necessario correggere l’errore e procedere al reinvio della Sitemap.

Un reinvio può essere dovuto anche a semplici modifiche della mappa, perciò gli strumenti webmaster offrono la possibilità di selezionare la Sitemap che è stata modificata e ritrasmetterla.

 

Precedente L'indicizzazione su Google e l'algoritmo Google Caffeine Successivo Importanza di una Redirect delle vecchie pagine di un sito web

Lascia un commento

*