Internet e World Wide Web (WWW)

Internet e World Wide Web (WWW)

Nei precedenti articoli circa la descrizione di Internet, abbiamo individuato tre definizioni fondamentali:

  1. La prima definizione indica Internet come fenomeno di grande portata per la nostra civiltà, per questo la sua definizione non può essere solo tecnica, ma bisogna anche tenere conto di componenti economiche e sociali.
  2. La seconda definizione vede Internet come un insieme di risorse informative. Questo permette di avere i cosiddetti SERVIZI DI INTERNET.
  3. Internet è l’infrastruttura che permette di svolgere diversi tipi di attività attraverso i servizi che offre sulla rete o per meglio dire all’interno del WORL WIDE WEB.

Internet e World Wide Web (WWW)

WORL WIDE WEB

Il WORLD WIDE WEB, dai noi conosciuto come WWW, è un servizio offerto da Internet, nato molto dopo la rete, nel 1989 (invece Internet nasce durante la Guerra Fredda) da uno studioso americano che decide di creare un’interfaccia molto elementare con lo scopo di rendere la condivisione di dati a tutti gli utenti.

Il contenuto del WORLD WIDE WEB esisteva anche prima del 1989, ma la rete era poco sviluppata: esisteva un servizio, che permetteva la condivisione dei documenti, e che collegava solo le più grandi Università. Il problema era che per poter accedere a questi contenuti bisognava avere un’abilità nelle conoscenze informatiche, era quasi come una   programmazione.

Nel 1989 lo studioso americano Lee crea una sorta di rete dove sono memorizzate e rese accessibili quantità di dati, informazioni, contenuti, documenti, che possono sempre essere incrementati e utilizzati da tutti. Consiste nell’aver creato un’interfaccia che consente anche a chi non ha conoscenze tecniche di accedere a questi servizi.

Le attività svolte attraverso il WORLD WIDE WEB sono diventate sempre maggiori, addirittura oggi si possono fare contratti di  compravendita.

Il WORLD WIDE WEB tecnicamente viene realizzato attraverso la pubblicazione di dati su nodi della rete Internet. Si memorizzano su una macchina permanentemente connessa alla rete i contenuti, che sono quindi dei file.

Queste macchine permanentemente connesse alla rete, sulle quali sono memorizzati i contenuti, devono svolgere la funzione di SERVER WEB, ovvero devono essere dotate di un software particolare, che è la versione Server di questo software. Questo viene chiamato BROWSER. Tutte le macchine che connettendosi a Internet, anche saltuariamente, devono avere caricato sul disco fisso (hard disk) la versione CLIENT del BROWSER.

I più noti browser esistenti al giorno d’oggi sono:

  • Firefox
  • Chrome
  • Internet Explorer
  • Safari
  • Opera
  • ma ne esistono ancora tanti altri

 

Precedente Collegamenti permanenti alla rete Internet Successivo Il Browser Web e il suo funzionamento

Lascia un commento

*