La nascita del sistema operativo UNIX

La nascita del sistema operativo UNIX

Il fondatore del movimento ‘free software’ è l’americano Richard Stallman laureatosi in fisica ad Harvard, impara a programmare e, verso la metà degli anni Settanta, muove i primi passi nella comunità del Massachusetts Institute of Technology (M.I.T.) dove gli sviluppatori lavorano condividendo i loro saperi e mettendo in comunione le loro creazioni.

La nascita del sistema operativo UNIX

Una pratica di condivisione che è anche un solido modello di sviluppo per il software, opera di un ingegno collettivo e, soprattutto, di un approccio collaborativo fondato sulla condivisione delle competenze di ognuno. Questa filosofia folgora Stallman e lo convince che il metodo collaborativo è la strada migliore per lo sviluppo non solo del software ma della società intera. Di lì a poco, però, il vento sarebbe cambiato. Con l’affermazione del software proprietario lo sviluppo per accrescimento progressivo, che è alla base del lavoro delle prime comunità di programmatori, deve far posto ad un nuovo modello che estromette completamente gli utenti dal processo di produzione di un programma e vieta loro di modificare e ridistribuire il codice che, anzi, non viene più distribuito.

Inizia così l’era del ‘Closed Source’ che Stallman sintetizza così: “Questo significa che il primo passo per usare un computer è promettere di negare aiuto al proprio vicino”. Una comunità cooperante è vietata. La regola creata dai proprietari di software proprietario è: se condividi il software con il tuo vicino sei un pirata, se vuoi modifiche, pregaci di farle. Stallman fa parte per più di dieci anni dei ricercatori del M.I.T, con i quali studia a fondo i sistemi operativi, ma nel 1984 si licenzia dall’istituto per fondare il suo ‘progetto GNU’ (vedi logo in figura 1) decidendo di intraprendere un’impresa pionieristica: costruire, partendo da zero, un intero sistema operativo libero, un free software appunto, solo in questo modo si sarebbe potuta ricostituire una comunità di programmatori aperta a tutti e fondata sul principio della collaborazione.

GNU è un acronimo ricorsivo e significa GNU is Not Unix ovvero “GNU non è Unix”, il nome simbolizza che il progetto ha l’obiettivo di creare un sistema operativo compatibile, ma non identico a Unix. Richard Stallman con il progetto GNU volle creare un Sistema Operativo Unix-like completo costituito da software libero, ma compatibile con Unix. Per arrivare a questo risultato, all’interno del progetto vennero creati programmi per coprire ogni necessità informatica: compilatori, lettori multimediali, programmi di crittografia ed altro. Malgrado non si sia mai attuato il progetto a livello kernel, il software prodotto da GNU era di una tale qualità che gli amministratori di sistema spesso sostituirono i programmi originali delle loro distribuzioni Unix con le versioni GNU.

Precedente Che cos'è il sistema operativo Linux? Successivo Linux: il sistema operativo Open Source

Lascia un commento

*