La sicurezza informatica è davvero importante?

La sicurezza informatica è davvero importante?

 

Importanza sicurezza informatica

Avete certamente sentito parlare di numeri di carte di credito rubate e virus dannosi. Forse ne siete stati vittima voi stesso. Una delle difese migliori è capire i rischi, che cosa significano i termini base, e che cosa potete fare per identificarli e proteggervi da loro. In questo articolo daremo dunque delle nozioni circa l’importanza delle sicurezza informatica nei diversi contesti applicativi!

Cos’è la sicurezza informatica?

Sembra che ora tutto sia affidato a computers e Internet: la comunicazione (email, cellulari, smartphone, tablet), l’intrattenimento (film digitali, mp3, immagini digitali), il trasporto (sistemi elettronici dell’automobile, navigazione dell’aeroplano, autobus dotati di connessione wireless), acquisti (negozi on-line, carte di credito, acquisti on-line), medicina (attrezzature, documentazione medica, cartella clinica elettronica) e la lista va molto oltre. Quanto della vostra vita quotidiana si affida ai computers e ai dispositivi elettronici? Quanto delle vostre informazioni personali è memorizzato sul vostro proprio computer o sul sistema di qualcuno altro?

La sicurezza informatica ha il compito di proteggere le informazioni e dati sensibili evitando, rilevando e rispondendo agli attacchi informatici (Sicurezza attiva e passiva in informatica)

Quali sono i rischi?

Ci sono molti rischi, alcuni un po’ più seri di altri. Fra questi i più pericolosi sono i virus, che possono cancellare l’intero disco, alterare i vostri files, permettere a qualcun’altro di usare il vostro computer per attaccarne altri, o rubare le informazioni sulla vostra carta di credito o del vostro conto bancario. Purtroppo, non vi è garanzia al 100%, neppure adottando le migliori precauzioni, che non si possa diventare vittima di un attacco, ma ci sono alcune misure che si possano prendere per minimizzare le probabilità.

Come fare per proteggersi?

In primo luogo per proteggersi è importante riconoscere i rischi (tutte le tipologie di attacchi esterni) e diventare esperti con le terminologie connesse.

  1. Hacker, attacker, o intruder – Questi termini sono attribuiti a persone che cercano di sfruttare le debolezze del software e dei sistemi di elaborazione per proprio interesse. Anche se le loro intenzioni sono a volte ragionevolmente benigne e motivate solo da curiosità, le loro azioni sono tipicamente violazioni ai sistemi che sfruttano.
  2. Codice cattivo – Questa categoria include virus, worms, e Trojan horses. Anche se di solito sono termini usati scambievolmente, essi hanno caratteristiche uniche.
  3. Virus – Questo tipo di codice cattivo richiede un’azione dell’utente per infettare il vostro computer. Questa può avvenire aprendo un allegato di una e-mail o visitando una particolare pagina Web.
  4. Worms – I Worms si propagano senza intervento dell’utente. La loro caratteristica è quella di saper sfruttare una vulnerabilità del software per infettare il computer e di propagarsi poi via e-mail o in rete. L’autopropagazione automatica dei worms li distingue dai virus.
  5. Trojan horses – Un programma Trojan Horse è un software che sostiene essere una cosa mentre in effetti fa qualche cos’altro di diverso alle spalle. Per esempio, un programma che reclami di rendere più veloce il vostro computer ma che in realtà apre un canale di trasmissione per permette l’intrusione di un malintenzionato.

Invito comunque la lettura dei diversi articoli di sicurezza informatica presenti in questo sito web all’interno della sezione “Le mie pubblicazioni” per una migliore fruizione dei contenuti.

Lavecchia Vito

Precedente Tecnologie per i sistemi informativi Successivo Sicurezza e Vulnerabilità di un Sistema Informatico e Informativo

Lascia un commento

*