Le caratteristiche principali del programma LATEX

Le caratteristiche principali del programma LATEX

Che co’è LATEX?

Latex è un linguaggio informatico utilizzato per la composizione di testi, soprattutto scientifici ma anche letterari, che permette di ottenere risultati professionali: impaginazione, tabelle, note, bibliografia, e tutto quello che comunemente trovate in qualsiasi libro di testo può essere realizzato con il vostro computer, ecc. e un po’ di voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Le caratteristiche principali del programma LATEX

Il secondo requisito è fondamentale: LATEX infatti è molto diverso da ciò che siete abituati ad usare – probabilmente MicroSoft Word o OpenOffice Writer – sia nell’utilizzo che nella filosofia.
La parola LATEX deriva dal greco dal duplice significato di ‘arte’ e ‘tecnica’. La ‘X’ di TEX e di LATEX infatti, non si pronuncia alla latina, ma alla greca. Si tratta di un suono che non esiste nella nostra lingua (tranne che nella parlata fiorentina), ma che si pronuncia come il ‘ch’ in tedesco o la ‘j’ in spagnolo.

Conoscere l’etimologia della parola dovrebbe aiutarvi a capire qual è lo scopo di LATEX: fornire uno strumento per l’arte della scrittura, che possa essere utilizzato anche per comporre testi scientifici.
Come abbiamo detto, LATEX è nato soprattutto per scritti scientifici, ma nel corso del tempo sono stati introdotti pacchetti adatti a scrivere poesie, sceneggiature, versi in greco e latino (e moltissime altre lingue, compreso il cinese!) e persino partiture musicali.

Perché LATEX è diverso dagli altri software word processor?

La differenza principale, come abbiamo appena detto, risiede nella filosofia del programma: contrariamente ad altri word processor, che si basano sul paradigma WYSIWYG (What you See Is What You Get, ‘ciò che vedi è ciò che ottieni’: quello che vedete sul monitor è esattamente quello che ottenete stampando la pagina), con LATEX si lavora in modo WYSIWYM – What you See Is What You Mean, “ciò che vedi è ciò che vuoi dire”. State utilizzando una sorta di linguaggio di programmazione, quindi ciò che vedete sul monitor è il ‘codice’ che immettete, grazie al quale potete concentrarvi sul testo lasciando a LATEX il compito di controllare tutti gli aspetti tipografici del testo che state componendo. Probabilmente si tratta di un concetto un po’ difficile da capire all’inizio.

D’altro canto, le potenzialità di questo software sono enormi, e sfruttarle tutte richiede sicuramente una conoscenza molto, molto approfondita del suo linguaggio. Tuttavia, tale conoscenza si acquisisce piuttosto facilmente con la pratica, e per iniziare, vi assicuro, non occorre sapere molte cose. Inoltre, quasi tutti gli editor di testo esistenti hanno dei menù a tendina che permettono di selezionare tutte, o quasi, le opzioni di base senza dover per forza conoscere il codice. Ma dopo qualche ora di utilizzo viene naturale inserirlo a mano!

Lo sforzo iniziale necessario a imparare ad usare questo software verrà presto ripagato dalle soddisfazioni che vi darà! Inoltre, il linguaggio di LATEX è di fatto molto simile all’HTML. Questo significa che:
1. per quanti di voi già usano un po’ l’HTML, imparare il LATEX sarà una passeggiata!
2. per quanti di voi vorrebbero imparare l’HTML, LATEX sarà un’ottima palestra.

Precedente Le caratteristiche dei fattori di prestazione per un biosensore Successivo Perchè utilizzare LATEX per la composizione di testi?

Lascia un commento

*