L’importanza della velocità di caricamento delle pagine del sito web

L’importanza della velocità di caricamento delle pagine del sito web

L’ottimizzazione dell’architettura del sito ci consente di avviare una serie di importanti miglioramenti. Parlando di architettura infatti possiamo considerare diversi aspetti tra i quali: la struttura dei contenuti, la posizione delle keywords, la posizione dei link, la grafica ma aanche la velocità di caricamento delle pagine del nostro sito web.

Alcuni SEO credono infatti che sia fondamentale dare una struttura ai contenuti testuali di una pagina inserendo un’introduzione, un corpo principale e una conclusione. In realtà questo non comporta grandi vantaggi ai fini del posizionamento nei motori di ricerca, ma sicuramente aiuta a rendere i contenuti chiari sia per gli utenti sia per gli spider. Rendere un’informazione ben visibile a livello architetturale, significa avvisare gli spider che l’informazione ha una valore maggiore, in quanto i robot privilegiano le informazioni ben visibili rispetto a quelle che si trovano in sottocategorie. La pagina web deve quindi essere strutturata in modo che i contenuti siano ben visibili agli spider e le keywords dovrebbero essere inserite nelle prime 50-100 parole del contenuto testuale in quanto i robot privilegiano le pagine che applicano i principi del posizionamento all’inizio.

Anche la posizione occupata dei link all’interno dell’architettura della pagina ha un peso evidente nel posizionamento. Ultimamente si è visto che gli spider preferiscono i link che si trovano all’interno dei testi e ha diminuito l’importanza che viene attribuita ai link presenti nelle sidebars e nei footers.

Infine, l’architettura della pagina non deve essere appesantita mediante l’uso di una grafica eccessiva, ma spesso questo non è possibile perché all’interno dei siti web è necessario inserire banner ed immagini. Visto che la velocità di caricamento della pagine è importante sia ai fini del posizionamento sia per l’utente, bisogna prestare particolare attenzione a questo fattore e cercare di ottimizzarlo. I casi che si presentano sono due:

  • gli oggetti che provocano il caricamento lento della pagina possono essere eliminati quindi vengono sostituiti con altri meno pesanti;
  • gli oggetti che provocano il caricamento lento della pagina non possono essere eliminati quindi si deve fare in modo che i contenuti importanti appaiano comunque per primi, trasmettendo all’utente la sensazione che la pagina si carichi velocemente. Diventa fondamentale che i testi importanti siano preceduti il meno possibile da elementi secondari. Per fare ciò possono essere adottate diverse tecniche come ad esempio l’utilizzo dei DIV che rappresentano una sorta di “contenitori”, utilizzati nei CSS (i fogli di stile). Impostando nel modo corretto i DIV, anche se nel codice HTML compare prima il testo del banner, nel browser viene mostrato tutto nell’ordine corretto dando priorità al contenuto.

L'importanza della velocità di caricamento delle pagine del sito web

Un altro modo per ovviare alla stesso problema è l’utilizzo di JavaScript per fare caricare i contenuti secondari dopo quelli principali. In pratica si creano i DIV vuoti nei quali andranno a caricarsi gli elementi meno importanti della pagina e all’interno del tag <body> viene inserito il seguente codice JavaScript. Operando in tale senso gli elementi secondari vengono caricati solo dopo che il testo è stato visualizzato.

Uno dei tool che in genere viene utilizzato al fine di controllare la velocità di caricamento delle pagine è Page Speed. Questo strumento viene installato direttamente nel browser FireFox e selezionando Strumenti Firebug –> Apri Firebug, compare una finestrain cui è possibile analizzare i diversi fattori di interesse. Avviando l’analisi di velocità di caricamento della pagina si va ad originare una lista di possibili problemi da risolvere. La lista, che avremo di fronte, elenca con 3 simboli diversi la gravità dell’errore, partendo da quello che ha maggiore importanza. In genere un sito ben posizionato deve avere un Page Speed Score di almeno 70/100.

Precedente Contenuti di qualità per aumentare i visitatori del sito web Successivo L'indicizzazione su Google e l'algoritmo Google Caffeine

Lascia un commento

*