Metriche per Diagrammi di Stato UML

Metriche per Diagrammi di Stato UML

Nell’ambito dell’ingegneria del software, Genero, Miranda e Piattini hanno proposto una metrica la cui ipotesi è quella che la complessità di un diagramma di stato UML può influenzare la manutenibilità, in letteratura gli autori hanno definito un set di metriche per misurare la complessità di un UML statechart diagram (Diagrammi di Stato UML); tale complessità è determinata dagli elementi che lo compongono (stati, transizioni, attività, ecc …).

  • NEntryA (Number of Entry Actions) è il numero totale di azioni d’ingresso, ad esempio l’azione eseguita ogni volta che si entra in uno stato
  • NExitA (Number of Exit Actions) è il numero totale di azioni d’uscita, ad esempio l’azione eseguita ogni volta che si lascia uno stato
  • NA (Number of Activities) è il numero totale di attività in un diagramma di stato
  • NS (Number of State) è il numero totale di stati, considerando anche i semplici stati all’interno si stati composti
  • NT (Numeber of Transiction) è il numero totale di transizioni, considerando comuni transizioni (gli stati sorgente e obiettivo sono differenti), la transizione iniziale e finale, le transizioni su se stessi (gli stati sorgente e obiettivo sono gli stessi), transizioni interne (transizioni all’interno di uno stato causate da un evento ma senza lasciare lo stato).

Attraverso un esperimento controllato portato a termine dagli stessi autori precedenti è risultato che sole le metriche NA, NS e NT sembrano essere correlate con una sottocaratteristica delle manutenibilità la complessità di un UML statechart diagram.

Precedente Metriche per il collaudo del software orientato agli oggetti Successivo Punti Funzione per il software orientato agli oggetti

Lascia un commento

*