Il Middleware ODBC (Open DataBase Connectivity)

Il Middleware ODBC (Open DataBase Connectivity)

L’ODBC è un’interfaccia di programmazione (Application Programming Interface – API) proposta da Microsoft nel 1991 per permettere l’accesso a basi di dati relazionali da parte delle applicazioni software in modo indipendente dalle caratteristiche fisiche dei singoli DBMS. Tramite un’interfaccia ODBC, un’applicazione scritta in SQL può accedere ai dati remoti. Il linguaggio supportato è un’insieme particolarmente ristretto del linguaggio SQL standard, definito nel 1991 da SQL Access Group – SAG – un gruppo di 50 grandi utenti di DBMS.

Nell’architettura ODBC la comunicazione tra un’applicazione (tradizionale o basa sul paradigma del modello orientata agli oggetti) ed il DBMS server è effettuato da un driver, una libreria che viene collegata dinamicamente all’applicazione e da essa usata; esso maschera le differenze d’interazione legate non solo al DBMS, ma anche al sistema operativo ed al protocollo di rete usati. Per garantire la compatibilità rispetto allo standard ODBC, ciascun produttore di DBMS deve garantire driver che prevedono l’uso del DBMS server nell’ambito di una specifica rete e con uno specifico sistema operativo (nel nodo dove il DBMS è installato). Si veda la figura seguente per chiarire meglio i concetti appena esposti.

Il Middleware ODBC
Il Middleware ODBC

Precedente Evoluzione dei sistemi informatici Successivo Il Middleware: un insieme di componenti software

Lascia un commento

*