Principali tipologie di sviluppo app mobile cross-platform

Principali tipologie di sviluppo app mobile cross-platform

Nell’articolo Sviluppo di applicazioni mobile di tipo nativo o cross-platform si sono confrontate le tipologie di sviluppo nativo e Cross-platform andando ad analizzare gli aspetti generali; in questo articolo, invece, verranno confrontate le differenti tipologie di sviluppo Cross-platform.

Principali tipologie di sviluppo app mobile cross-platform
Principali tipologie di sviluppo app mobile cross-platform

Applicazioni web

Le applicazioni web sono sviluppate utilizzando framework web puri per dispositivi mobile, i quali tramite l’utilizzo di tecnologie web quali HTML, JavaScript e CSS permettono di costruire la UI (interfaccia utente) e la logica dell’applicazione.
Queste applicazioni possono essere visualizzate direttamente in una finestra del browser oppure all’interno di una web view, una componente della UI disponibile su molte piattaforme che si occupa di renderizzare il codice HTML ed interpretare il codice JavaScript. Un esempio di framework di questa categoria è jQuery Mobile.

Applicazioni mobile ibride

Le applicazioni mobile ibride sono sviluppate utilizzando il tipo di framework web spiegato precedentemente in combinazione con framework che permettono di accedere alle funzionalità native dei dispositivi mobile.
Questi framework permettono di accedere a funzionalità hardware come il GPS e la fotocamera attraverso delle chiamate in JavaScript. Un esempio di framework che può accedere a queste funzionalità è Apache Cordova. Un altro aspetto positivo di questa tipologia di framework è che possono essere installate nei dispositivi mobile ed essere pubblicate negli store. Un esempio di framework di questa categoria è Ionic che include al suo interno Cordova.

Applicazioni cross-platform con codice interpretato

Le applicazioni Cross-platform sono sviluppate utilizzando framework che non uti- lizzano il motore integrato nelle web view per interpretare il codice JavaScript ma, compilano il codice sorgente in codice macchina eseguibile dal dispositivo.
Alcuni di questi framework utilizzano le tecnologie web per produrre l’interfaccia utente dell’applicazione mentre, la logica dell’applicazione viene sviluppata in linguaggi di programmazione differenti a seconda del framework in uso. Un esempio di questi framework è Xamarin.

Applicazioni tradotte

Questo tipo di applicazioni sono create sviluppando inizialmente un’applicazione nativa per una piattaforma dopodiché, tramite l’utilizzo di certi tool, si traduce il codice sorgente in un linguaggio utilizzato da un’altra piattaforma. Questo permette, ad esempio, di scrivere un’applicazione Android in Java e, in seguito, tradurla in Objective-C per essere installata su un dispositivo iOS modificando le parti di codice che accedono alle Application Program Interface (API) offerte dai vari sistemi operativi. Un classico esempio di questi tool è J2ObjC.

Precedente Sviluppo di applicazioni mobile di tipo nativo o cross-platform Successivo Definizione, caratteristiche e principali tipologie dei Biosensori

Lascia un commento

*