Professione Informatica: La figura del Program manager

Professione Informatica: La figura del Program manager

Chi è il Program manager?

Il Program manager è una figura che ha una comprovata esperienza nella gestione di programmi finalizzati allo sviluppo e alla realizzazione di prodotti informatici. Egli diversamente dal Project Manager partecipa alla definizione delle strategie del segmento di appartenenza del prodotto ed ha la responsabilità della gestione del rapporto con eventuali aziende committenti e con i settori produttivi coordinati da project managers. Oltre a ciò, questa figura esercita un controllo finanziario sulle commesse ed è predisposto a lavorare in team e per obiettivi, ed ha una buona padronanza della lingua inglese (livello B2/C1).

Professione Informatica - La figura del Program manager

Le responsabilità principali di un program manager sono:

  • Condurre e gestire con successo le attività del programma attraverso l’intero ciclo di vita del programma, dai requisiti e pianificazione alla distribuzione e alla misurazione. Ciò include definizione del programma, pianificazione del progetto, budgeting e forecasting, pianificazione delle risorse, gestione dei contratti, gestione dei rischi e dei problemi, controllo delle modifiche e gestione dei rilasci.
  • Assicura un allineamento strategico trasversale a livello funzionale, identificando le opportunità per raggiungere gli obiettivi strategici attraverso l’attuazione del programma.
  • Collabora con i leader delle fondazioni a livello globale, sulla prioritizzazione dei programmi; assicura la sponsorizzazione esecutiva e il supporto dei programmi.
  • Collabora con i partner di divisione e operativi (ad esempio IT, Legal, Communications, HR) per la progettazione del programma, l’implementazione e il miglioramento continuo.
  • Confrontare le prestazioni effettive con le prestazioni pianificate, analizzare le varianze, valutare le tendenze per migliorare i processi, valutare possibili alternative e implementare azioni correttive appropriate, se necessario, per migliorare continuamente i programmi. Può gestire relazioni esterne chiave.
  • Segue tutti i programmi e le iniziative associate, internamente ed esternamente, per sviluppare la consapevolezza e la partecipazione ai programmi.
  • Stabilire obiettivi condivisi, ruoli e responsabilità, metriche e anelli di feedback e altre migliori pratiche operative.
Precedente Professione Informatica: La figura del Project Management Office (PMO) Successivo Professione Informatica: La figura del Call center manager

Lascia un commento

*