Project Management: Come pianificare correttamente un progetto software

Project Management: Come pianificare correttamente un progetto software

Project Management- Come pianificare correttamente un progetto software

Il Project Management è un’attività complessa. Il principale fattore di complessità è dato dall’elevato numero di conoscenze/competenze coinvolte in un progetto.
Il PMI (Project Management Institute) individa 9 aree di conoscenza mostrate nella figura seguente.

Aree di conoscenza del Project Management

Gestione dell’ambito di progetto

La gestione dell’ambito di progetto riguarda l’impostazione degli obiettivi e il loro collegamento con le attività/lavoro necessarie e sufficienti al raggiungimento dello scopo (“piano di progetto”). Il suo obiettivo primario è definire e controllare ciò che è incluso nel progetto e ciò che non lo è. Riferendosi ad ambito di progetto ci si può riferire a specifiche di prodotto o a lavoro che bisogna fare per consegnare un prodotto, un servizio o un risultato con le caratteristiche e le funzioni specificate.
I processi che caratterizzano questa gestione sono:

Pianificazione dell’ambito: creazione di un piano di gestione dell’ambito del progetto che documenti come l’ambito del progetto sarà definito, verificato e controllato e come sarà creata e definita la struttura di scomposizione del lavoro;

– Definizione dell’ambito: sviluppo di una descrizione dettagliata dell’ambito del progetto che servirà come base per le future decisioni del progetto;
– Creare la WBS: suddivisione dei principali deliverable del progetto, e del lavoro incluso nel progetto, in componenti più piccole e quindi maggiormente gestibili;
– Verifica dell’ambito: accettazione formale dei deliverable di progetto completati;
– Controllo dell’ambito: controllo delle modifiche apportate all’ambito del progetto.

Gestione dei tempi di progetto

La gestione dei tempi di progetto riguarda i processi necessari ad assicurare il completamento del progetto nei temi richiesti. La gestione dei tempi di progetto prevede:
– Definizione delle attività: identificazione delle specifiche attività pianificate che devono essere svolte per produrre i vari deliverable di progetto;
– Sequenzializzazione delle attività: identificazione e documentazione delle relazioni di dipendenza presenti tra le attività schedulate;
– Stima delle risorse delle attività: stima del tipo e della quantità di risorse necessarie ad eseguire ciascuna attività schedulata;
– Stima della durata delle attività: stima del numero di periodi lavorativi necessari al completamento di ogni attività schedulata;
– Sviluppo della schedulazione: analisi delle sequenze delle attività, delle durate, dei requisiti in termini di risorse e dei vincoli di schedulazione che consente di creare la schedulazione di progetto;
– Controllo della schedulazione: controllo delle modifiche apportate alla schedulazione di progetto.

Gestione dei costi di progetto

La gestione dei costi di progetto riguarda la pianificazione/stima, l’allocazione ed il controllo dei costi in modo da raggiungere l’obiettivo entro i vincoli di budget. La gestione dei costi di progetto è incentrata sul costo delle risorse necessarie per completare le attività schedulate.
I processi compresi in questa area sono:
– Stima dei costi: sviluppo di un’approssimazione dei costi delle risorse necessarie per completare le attività di progetto;
– Allocazione dei costi: aggregazione dei costi stimati delle singole attività per determinare una linea di base dei costi;
– Controllo dei costi: influenza sui fattori responsabili degli scostamenti dei costi e controllo delle modifiche al budget del progetto.

Gestione della qualità di progetto

La gestione della qualità di progetto riguarda le attività da intraprendere per assicurare che l’obiettivo del progetto soddisfi le esigenze che lo hanno motivato.
I processi di gestione della qualità di progetto sono:
– Pianificazione della qualità: identificazione degli standard di qualità rilevanti per il progetto e determinazione del modo in cui soddisfarli;
– Effettuare l’assicurazione qualità: esecuzione delle attività pianificate e sistematiche relative alla qualità per garantire che il progetto utilizzi tutti i processi necessari a soddisfarne i requisiti;
– Esecuzione del controllo di qualità: monitorare specifici risultati del progetto per determinarne la conformità ai rispettivi standard di qualità e per individuare metodi diretti a eliminare le cause di risultati non soddisfacenti.

Gestione delle risorse umane di progetto

La gestione delle risorse umane di progetto riguarda l’organizzazione e la gestione del gruppo di progetto, assegnando ruoli e responsabilità, in grado di garantire il buon completamento del progetto.
Le operazioni incluse nei processi di gestione delle risorse umane di progetto sono:
– Pianificazione delle risorse umane: identificazione e documentazione dei ruoli, delle responsabilità e delle relazioni di reporting del progetto, così come creazione del piano di gestione del personale.
– Acquisire il gruppo di progetto: ottenimento delle risorse umane necessarie a portare a termine il progetto.
– Sviluppare il gruppo di progetto: miglioramento delle competenze e dell’interazione tra i membri del gruppo per incrementare le prestazioni del progetto.
– Gestire il gruppo di progetto: rilevamento delle prestazioni dei membri del gruppo, comunicazione del feedback, risoluzione delle questioni e coordinamento delle modifiche volto a migliorare le prestazioni del progetto.

Gestione della comunicazione di progetto

La gestione della comunicazione di progetto riguarda la generazione, raccolta, condivisione, archiviazione e recupero delle informazioni di progetto.
I processi di gestione della comunicazione di progetto sono:
– Pianificazione della comunicazione: determinare le esigenze di informazione e di comunicazione degli stakeholder di progetto;
– Distribuzione delle informazioni: rendere disponibili in modo tempestivo agli stakeholder di progetto le informazioni richieste;
– Reporting delle prestazioni: raccogliere e distribuire le informazioni sulle prestazioni. Ciò include i rapporti sull’avanzamento, le misure di avanzamento e di previsione;
– Gestione degli stakeholder: gestire le comunicazioni per soddisfare i requisiti e risolvere eventuali questioni riguardanti gli stakeholder di progetto.

Gestione dei rischi di progetto

La gestione dei rischi di progetto riguarda l’identificazione, analisi e monitoraggio delle variabili critiche del progetto, nonché l’elaborazione di strategie di risposta ai rischi.
Prevede i seguenti processi:
– Pianificazione della gestione dei rischi: determinare come affrontare, pianificare ed eseguire le attività di gestione dei rischi di un progetto;
– Identificazione dei rischi: determinare i rischi che possono influire sul progetto e documentare le loro caratteristiche;
– Analisi qualitativa dei rischi: assegnare le priorità ai rischi ai fini di un’ulteriore analisi od operazione attraverso la valutazione e la combinazione della probabilità che i rischi si verifichino e al loro impatto;
– Analisi quantitativa dei rischi: analizzare numericamente l’effetto dei rischi identificati sugli obiettivi complessivi del progetto;
– Pianificazione della risposta ai rischi: sviluppare opzioni e azioni volte a incrementare le opportunità e ridurre le minacce agli obiettivi di progetto;
– Monitoraggio e controllo dei rischi: rilevare i rischi noti, monitorare i rischi residui, identificare i rischi nuovi, attuare i piani di risposta ai rischi e valutare l’efficacia di queste operazioni nel corso del ciclo di vita del progetto.

Gestione dell’approvvigionamento di progetto

La gestione dell’approvvigionamento di progetto riguarda le attività necessarie ad acquisire i prodotti o servizi esterni al gruppo di progetto e necessari allo svolgimento delle attività previste per il raggiungimento dell’obiettivo.
La gestione dell’approvvigionamento di progetto prevede i seguenti processi:
– Pianificare gli acquisti: determinazione degli elementi da acquistare o acquisire, quando e con quale modalità;
– Pianificare le forniture: documentazione dei requisiti di prodotti, servizi e risultati oggetto di approvvigionamento e individuazione dei potenziali fornitori;
– Richiesta di risposte dai fornitori: reperimento di informazioni, preventivi, offerte o proposte in base alle necessità;
– Selezionare i fornitori: valutazione delle offerte, scelta tra i potenziali fornitori e stipula di un contratto scritto con ciascun fornitore prescelto;
– Amministrazione del contratto: gestione del contratto e delle relazioni tra acquirente e fornitore, revisione e documentazione delle prestazioni presenti e passate del fornitore per stabilire eventuali azioni correttive necessarie e gettare le basi per una collaborazione futura con il fornitore; gestione delle modifiche relative al contratto e, ove necessario, gestione delle relazioni contrattuali con l’acquirente esterno del progetto;
– Chiusura del contratto: completamento e conclusione di ogni contratto, compresa la risoluzione di eventuali questioni aperte, e la chiusura di tutti i contratti relativi al progetto o ad una fase del progetto.

Gestione dell’integrazione di progetto

La gestione dell’integrazione di progetto riguarda il coordinamento e l’integrazione di tutte le attività collegate alle aree sopra esposte.
I processi integrativi di Project Management includono:
– Sviluppare il Project Charter: sviluppo del Project Charter che costituisce l’autorizzazione formale al progetto o ad una fase di progetto;
– Sviluppare la descrizione preliminare dell’ambito del progetto: sviluppo della descrizione preliminare dell’ambito del progetto che fornisce una presentazione dell’ambito di alto livello;
– Sviluppare il piano di Project Management: documentazione delle azioni necessarie per definire, preparare, integrare e coordinare tutti i piani ausiliari inclusi in un piano di Project Management;
– Dirigere e gestire l’esecuzione del progetto: esecuzione del lavoro definito nel piano di Project Management che consente di raggiungere i requisiti del progetto stabiliti dalla descrizione dell’ambito del progetto;
– Monitorare e controllare il lavoro del progetto: monitoraggio e controllo dei processi utilizzati per avviare, pianificare, eseguire e chiudere un progetto in modo da raggiungere gli obiettivi in termini di prestazioni definiti nel piano di Project Management.

Precedente La qualità (TQM) e il Company-Wide Project Management (CWPM) in azienda Successivo Il Processo di sviluppo software e il ruolo del Project Manager (PM)

Lascia un commento

*