Scenari applicativi per sistemi distribuiti

Scenari applicativi per sistemi distribuiti

Parlando nei diversi articoli del middleware, si è già avuto modo di suddividere le tecnologie introdotte dal DOC (Distributed Object Computing) in tre grandi famiglie: tecnologie Web based, particolarmente adatte per la diffusione dei servizi; middleware ad oggetti distribuiti (CORBA e DCOM), per organizzare una molteplicità di oggetti, spesso forniti da organizzazioni diverse, in un contesto tecnologico  unitario;  wrapping  di  sistemi  legacy,  per  fornire  informazioni e servizi legacy. Nella figura seguente si ripresenta per comodità la simbologia grafica adottata per ciascuna famiglia.

Scenari applicativi per sistemi distribuiti
Scenari applicativi per sistemi distribuiti

Queste tre tipologie del DOC di tecnologie possono essere usate singolarmente o in modo concatenato, fornendo così scenari architetturali adatti per la risoluzione di diverse problematiche applicative. Si può affermare che l’uso combinato di due o più tipi di tecnologie è in generale attualmente fattibile, per via della disponibilità dei protocolli e dei formati standard di interscambio e ogni combinazione tecnica è in generale soluzione di problemi applicativi significativi, ovvero base per sviluppi organizzativi e applicativi innovativi.

Dunque le strategie principali per scenari applicativi orientate ai sistemi distribuiti possono essere così sintetizzate:

  • una strategia guidata dalla tecnologia, in base alla quale per ogni combinazione architetturale dedurremo la classe di problematiche applicative cui risponde, fornendo anche un esempio applicativo significativo;
  • una strategia guidata dalle esigenze applicative secondo la quale, data una classe di scenari applicativi, determineremo la combinazione architetturale più idonea a soddisfarli.
Precedente Le tecnologie di incapsulamento per i sistemi legacy Successivo Informatica medica e sanità digitale

Lascia un commento

*