Servizi Sanitari e Internet

Servizi Sanitari e Internet

Evoluzione di Internet

Internet si è evoluta in quattro fasi tra loro strettamente connesse:

  • L’inizio della storia di internet risale alla fine degli anni ’60 quando negli Stati Uniti era attivo un progetto di ricerca in ambito militare volto a realizzare un sistema che consentisse le comunicazioni anche dopo un attacco nucleare.
  • Dopo una serie di trasformazioni, a metà degli anni ’80 internet divenne una rete globale anche se il suo utilizzo era limitato alle università ed alle società commerciali.
  • La nascita del World Wide Web (WWW) consentì la massiccia espansione di internet per via della sua semplicità di utilizzo e dell’enorme numero di informazioni disponibili in rete.
  • L’ultima fase dello sviluppo è quella che vede l’utilizzo della rete e delle sue tecnologie per scopi istituzionali e commerciali.

I fenomeni di Internet

  1. FENOMENO TECNOLOGICO: la comunicazione su internet era in origine basata sull’unico protocollo IP che permetteva la trasmissione di posta elettronica o file da un sito a un altro. Ma alla fine degli anni ’80 al CERN venne realizzata una serie di software e standard che permettevano anche la trasmissione di immagini e video. Di qui la grande diffusione della forma dell’ipertesto e lo sviluppo del World Wide Web.
  2. FENOMENO SOCIALE: la facilità di utilizzo e le tante informazioni disponibili hanno portato ad un’espansione con tassi di crescita mensili del 15%. Ad esempio in tre anni da 1994 al 1997 sono aumentati di cinquanta volte gli accessi al sito OncoLink che fornisce informazioni sul cancro. A questa espansione si associa quel fenomeno di avvenirismo sociale tipico delle più grandi rivoluzioni culturali.
  3. FENOMENO COMMERCIALE: per tutte le aziende internet presenta una grande opportunità ma anche un grande rischio in quanto può far fallire molti degli affari esistenti. Le attività legate a internet sono essenzialmente di quattro tipi: il trasporto (legato alla realizzazione delle reti fisiche che compongono internet), la fornitura del collegamento da parte dei provider, la fornitura dei servizi ad opera di moltissime aziende e la fornitura dei contenuti quali notizie, informazioni ed altro ancora.
  4. FENOMENO DI IMPRESA: internet rivoluziona anche il modo di gestire un’impresa e di comunicare al suo interno. Basti pensare ai vantaggi offerti dalle reti intranet che permettono di condividere facilmente informazioni e documenti all’interno di un’organizzazione (quale può essere un ospedale) con un livello di sicurezza più che accettabile.

Comunicare in Internet

Esistono diversi modi più o meno complessi attraverso cui gli utenti di internet possono comunicare tra loro. In generale essi possono essere distinti in due gruppi:

  • INFORMATION PUSH: i messaggi vengono inviati a particolari destinatari interessati. Un esempio è costituito dagli indirizzari e-mail attraverso cui un moderatore può inviare messaggi ai componenti di un gruppo (si pensi ad una equipe di medici specialisti)
  • INFORMATION PULL: le informazioni vengono pubblicate e possono accedervi tutti coloro che sono interessati. In pratica si tratta di luoghi di discussione accessibili a tutti come i newsgroup. I newsgroup vengono classificati in base all’argomento della discussione e vengono attivati tramite un semplice processo di votazione. Proprio per la loro natura, essi sono frequentati da un insieme eterogeneo di persone. Oltre ai newsgroup, un esempio di comunicazione di tipo information pull sono le bacheche on line.

IL WORLD WIDE WEB (WWW)

Il World Wide Web (WWW) è stato ideato per essere un “contenitore della conoscenza umana che permettesse ai collaboratori situati in zone lontane di scambiarsi le idee e di partecipare a tutti gli aspetti di un progetto comune” (Bereners-Lee et al.,1994). Sul Web l’informazione creata in un luogo è immediatamente disponibile ovunque, aggiornata e condivisa in tempo reale. La condivisione dei documenti si basa fondamentalmente su tre standard di tecnologia differenti:

  1. Un metodo per la creazione di documenti di ipertesto multimediali detto HyperText Markup Language (HTML);
  2. Un metodo standard per fornire un indirizzo su internet ad ogni documento, metodo noto come Universal Resource Locator (URL)
  3. Un metodo standard per trasferire documenti tra computer detto HyperText Transport Protocol (HTTP)

Sicurezza in Internet

Dato che sempre più spesso in internet viaggiano, per vari scopi, dati cui bisognerebbe garantire una certa riservatezza, si avverte sempre più l’esigenza di tutelare l’accesso a particolari documenti e di evitare che certe informazioni in transito sulla rete vengano intercettate. Due possibili sistemi di protezione sono:

  1. LE INTRANET che, controllando i computer che sono in rete, permettono di stabilire sia quali utenti hanno accesso alla rete sia la complessità del sistema di password. Nel momento in cui c’è bisogno di utilizzare un sistema più “a rischio” come internet i firewall possono essere impiegati per permettere l’accesso ai documenti soltanto agli utenti autorizzati;
  2. IL CRIPTAGGIO DEI DATI che consente di mettere al sicuro i dati almeno fino a quando è al sicuro il codice.

Pubblicazione dei contenuti attraverso Internet

In tutti i campi e quindi anche in medicina o più in generale nel contesto sanitario, la pubblicazione di lavori su libri riviste richiede una procedura formale e costosa che può portar via anche diverso tempo. Con internet questo è in parte cambiato. Tramite il Web ogni autore può distribuire facilmente parte del proprio lavoro prima che questo affronti una procedura di pubblicazione formale. Ciò ha diverse conseguenze:

  1. Permette di interagire con il documento (peer review) in maniera più semplice;
  2. Accelera i tempi di esame e perfezionamento della conoscenza;
  3. Cambia il modo di percepire le informazioni delle quali viene sottolineata la natura transitoria.

Infatti, sempre più spesso le riviste biomediche più autorevoli (British Medical Journal, New England Journal, Lancet, JAMA) decidono di pubblicare i loro numeri anche sul Web per perseguire i seguenti vantaggi:

  • Maggiore velocità di pubblicazione;
  • Abbassamento dei costi di pubblicazione, distribuzione e accesso;
  • Migliore fruibilità degli articoli grazie alla forma dell’ipertesto;
  • Possibilità di accesso di altri ricercatori ai “dati grezzi” con conseguente possibilità di ripetere le esperienze per confermarne i risultati o aggiungere ulteriori contributi;
  • Possibilità di aprire un processo di “peer review”.

Naturalmente sarà sempre necessario un archivio cartaceo dei risultati della ricerca ma ciò che cambierà sarà il modo di accedervi.

Conoscenza transitoria in capo sanitario

Alle ricerche di archivio con i loro innumerevoli dati si affianca, nel sapere della medicina, la cosiddetta conoscenza transitoria che è quella proveniente dall’interpretazione delle ricerche e che fornisce molte linee-guida terapeutiche. Esse sono molto importanti per una Medicina Basata sulle Evidenze (EBM) e sono soggette ad aggiornamenti continui. Non stupisce, dunque, che le migliori linee-guida vengano sempre più pubblicate in rete dalle organizzazioni mediche.

Servizi Sanitari attraverso Internet

Si sono sviluppati, soprattutto negli ultimi anni, i cosidetti servizi sanitari in remoto che fanno uso di Interner per le ragioni precedentemente viste.

Facciamo degli esempi:

  • INTERMEDIAZIONE: servizi di questo genere possono offrire al pubblico la professionalità di medici specialisti che offrono consulenze. I pazienti potrebbero interpellare uno specialista che si trova anche a grande distanza;
  • CONSULTO TRAMITE E-MAIL: è un servizio fornito da diversi centri specializzati e si pensa sia il preludio della grande diffusione dei consulti via video;
  • SEGNALAZIONE DI INCIDENTI: molti organi governativi segnalano, attraversi sistemi informatici, la reazione avversa ad alcuni farmaci permettendo il monitoraggio di farmaci appena autorizzati. In generale la segnalazione di incidenti può permettere l’erogazione di un servizio migliore in termini di sicurezza per il paziente.

Cosa ci riserva il futuro?

La possibilità di accesso alle informazioni da ogni parte del mondo che internet fornisce, permette a molti pazienti di informarsi sulle varie opzioni terapeutiche rendendo di fatto più complicata la gestione delle loro attese e richieste. Il problema si fa serio lì dove i sistemi sanitari sono costretti a razionalizzare le terapie a causa della mancanza di risorse.

Nasce così un conflitto tra il desiderio informato dei pazienti di ottenere il trattamento migliore e la capacità del sistema di fornirlo, conflitto che può anche sfociare in controversie legali. Anche l’erogazione di cure attraverso internet rappresenta un’area di incertezza legale (sia per quanto riguarda le responsabilità del medico sia per quel che concerne eventuali spese di rimborso) cui bisognerà dare delle risposte in un prossimo futuro.

Precedente Sistemi di Comunicazione nella Sanità Successivo La Smart Card nella sanità digitale

Lascia un commento

*