Web Services: Modello e Protocolli

Web Services: Modello e Protocolli

Web Services - Modello e Protocolli

Il modello dei Web Services è un insieme di standard per la pubblicazione, il discovery e la composizione di servizi indipendenti in una rete aperta
Il concetto di web service è molto simile a quello di oggetto, nel significato con cui lo si usa nella programmazione Object-Oriented: un oggetto è un modulo software che offre una serie di funzioni utilizzabili dall’esterno da parte di altro software, tramite una interfaccia di comunicazione dichiarata dall’oggetto stesso.
Così come per CORBA ed RMI, anche un Web Service offre una funzionalità (servizio), ad altri client sulla rete attraverso una interfaccia ben definita. La differenza è che in questo caso il servizio è posto sul web, e l’integrazione con il servizio avviene attraverso lo scambio di messaggi sulla rete.

La forza dei Web Services è di utilizzare un set base di protocolli disponibili ovunque, permettendo l’interoperabilità tra piattaforme molto diverse e mantenendo comunque la possibilità di utilizzare protocolli più avanzati e specializzati per effettuare compiti specifici. I protocolli alla base del modello dei Web Services sono quattro:

  1. XML è lo standard usato per rappresentare i dati trasportati;
  2. SOAP è lo standard usato per definire il formato dei messaggi scambiati;
  3. WSDL è lo standard usato per descrivere il formato dei messaggi da inviare al Web Service, quali sono i metodi esposti, quali sono i parametri ed i valori di ritorno.
  4. UDDI è lo standard promosso dall’omonimo consorzio, che ha come scopo quello di favorire lo sviluppo, la scoperta e l’interoperabilità dei servizi Web.

 

Precedente Caratteristiche principali di un Sistema Pervasivo Successivo Web Services: Protocollo SOAP (Simple Object Access Protocol)

Lascia un commento

*