Backup dei dati aziendali: tipologie di backup dei dati

Backup dei dati aziendali: tipologie di backup dei dati

L’azienda gestisce una gran quantità di dati, quindi l’archiviazione, il ripristino e il recupero dei dati sono attività di gestione dell’archiviazione essenziali. I centri dati possono utilizzare componenti ridondanti e tecnologie per la tolleranza di errore (quali il clustering di server e il mirroring del software o dell’hardware) per assicurare un’elevata disponibilità tramite la replica dei dati fondamentali. Può essere necessario che le informazioni vengano archiviate per motivi di controllo o legali all’interno di SERVER dedicati a tale scopo, ed è necessario disporre di una strategia di protezione dei dati che includa un piano completo di backup e recupero per proteggere i dati da qualsiasi tipo di interruzione o danno non previsto.
Per salvaguardare la conservazione di tali dati, l’azienda predispone di particolari supporti per la memorizzazione di massa, come storage fisici ma soprattutto hard disk (HD).

Backup dei dati aziendali: tipologie di backup dei dati

In modo ciclico a distanza di un lasso di tempo preciso, i server subiscono un BACKUP che può essere di vario tipo in base alla politica adottata per la macchina:

  • Backup completo (o Full backup): un backup di tutti i file del sistema. A differenza della disk image, un full backup non include le tavole di allocazione, le partizioni ed i settori di boot.
  • Backup Differenziale: backup cumulativo di tutti i cambiamenti effettuati a partire dall’ultimo backup completo (o full backup). Il vantaggio è il minor tempo necessario rispetto ad un backup completo. Lo svantaggio è che i dati da salvare aumentano per ogni giorno trascorso dall’ultimo backup.
  • Backup Incrementale: backup che contiene tutti i file cambiati dall’ultimo backup (completo e incrementale). Il backup incrementale è più rapido di quello differenziale ma richiede tempi di restore più lunghi poiché è necessario partire dall’ultimo backup completo e poi aggiungere in sequenza tutti i backup incrementali.

In questo modo, utilizzando una delle tre metodologie di backup, l’azienda predispone un piano di ripristino e protezione dei dati, che le consente la reperibilità di tutti i dati, persi a causa di guasti o imprevisti.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *