Caratteristiche della configurazione hardware del server aziendale

Caratteristiche della configurazione hardware del server aziendale

Configurazione dell’hardware del server

I server usano la stessa architettura o configurazione di base dei computer desktop, ma sono dotati di funzionalità hardware avanzate:

  • più processori multi-core;
  • opzioni di memoria più veloce per prestazioni più elevate delle applicazioni;
  • più dischi rigidi per una maggiore capacità di storage e per la ridondanza dei dati;
  • schede di rete specializzate
  • e molto altro ancora.

Caratteristiche della configurazione hardware del server aziendale

Scheda di sistema

La scheda di sistema, altrimenti nota come “scheda madre”, rappresenta la principale scheda di circuiti del computer a cui sono collegati tutti gli altri componenti del server.

I componenti più importanti della scheda di sistema comprendono il processore (o CPU), che supporta un circuito denominato chipset, la memoria, gli slot di espansione, un controller del disco rigido e porte di input/output (I/O) per dispositivi come tastiere, mouse e stampanti.

Alcune schede di sistema includono anche funzioni aggiuntive incorporate, come ad esempio una scheda grafica, un controller per dischi SCSI o un’interfaccia di rete.

Processore

Il processore è il cervello centrale del server. La velocità e il numero dei processori nel server hanno un impatto enorme sulla capacità del server stesso di supportare le applicazioni. La tecnologia dei processori è in costante sviluppo, pertanto può essere difficile determinare quale sia il processore più adatto all’applicazione in uso. La scelta di un processore viene dettata dalla valutazione di tre caratteristiche principali.

Velocità di clock

Indica la velocità di elaborazione del processore che si misura generalmente in gigahertz (GHz). Di norma, maggiore è la velocità dei server, migliori sono le prestazioni; ciò potrebbe tradursi in una migliore capacità di supportare più account Microsoft Outlook contemporaneamente, di gestire un maggior numero di richieste Web durante i periodi di picco oppure di effettuare query più veloci sul database clienti. L’acquisto di un processore con una frequenza più elevata consente di migliorare le prestazioni di sistema correnti, assicurando al tempo stesso che il server sia in grado di gestire un numero maggiore di richieste in futuro.

Numero di core

Rappresenta il numero di processori fisicamente presenti all’interno del processore stesso. Attualmente, la maggior parte delle CPU per server dispone di due o quattro core. La presenza di più core consente una migliore gestione del multitasking nei server su cui vengono eseguite più applicazioni: ad esempio, mentre un core esegue scansioni antivirus, un altro esegue indipendentemente un backup dei dati.

Dimensione della cache

Ogni processore è dotato di memoria ad alta velocità incorporata posizionata direttamente a contatto con l’unità centrale di elaborazione (CPU). Maggiori sono le dimensioni della cache, minore è la frequenza con cui la CPU deve recuperare i dati dalla memoria di sistema posta all’esterno della CPU. Per la maggior parte delle applicazioni, ciò comporta una migliore risposta da parte del sistema e garantisce agli utenti una migliore fruibilità. Normalmente, nelle CPU che dispongono di un maggior numero di core e di una frequenza più elevata le dimensioni della cache sono maggiori per garantire prestazioni ottimali.

Memoria

Quando si apre un file o un documento, il server necessita di una posizione dove tenere temporaneamente traccia di quel file. In questo caso, vengono utilizzati chip specializzati ad alta velocità, chiamati memoria ad accesso casuale o RAM; il file reale viene archiviato sul disco rigido quando si decide di “salvarlo”. La RAM è progettata per l’accesso rapido ed è in grado di ricordare velocemente dove è archiviato il file nel sistema permanente del disco rigido.

Come regola generale è bene aggiungere quanta più RAM possibile: maggiore è la RAM, maggiore è il numero di operazioni che il server può gestire contemporaneamente senza accedere ai dischi rigidi (più lenti della RAM che si trova sulla scheda di sistema).

Storage o sistema di dischi rigidi

I dischi rigidi (o hard disk) forniscono al server un’ampia libreria di tutti i file a cui può accedere, simile a un archivio o a uno schedario che può essere ampliato indefinitivamente. La dimensione e il tipo di sistemi di dischi rigidi dipendono esclusivamente dalla quantità di dati che si deve archiviare.

Storage interno

Nella maggior parte dei server la configurazione prevede un disco rigido molto capace simile a quello di un desktop. Tuttavia, i dischi rigidi dei server sono progettati proprio per tempi di accesso rapidi e per la possibilità che offrono di aggiungerne altri.

Col tempo, infatti, potrebbe essere necessario aggiungere ulteriori dischi rigidi e collegare sistemi di dischi rigidi esterni.

RAID

Significa Redundant Array of Independent Disks e combina i dischi rigidi in un ampio sistema di storage logico che scrive i dati su più di un disco per aumentare l’affidabilità. Per utilizzare un sistema di dischi rigidi RAID, sarà necessario includere una scheda controller RAID (PERC) Dell PowerEdge per la gestione della scrittura dei dati tra i dischi.

Controller di rete

La connessione di rete è una delle parti più importanti di un server. Il controller di rete gestisce gli input e il traffico proveniente dai client (gli altri computer) dell’ufficio.

Alimentatore

Dal momento che un server dispone solitamente di un maggior numero di dispositivi rispetto a un tipico computer desktop, richiede anche un alimentatore di potenza superiore (normalmente 300 watt). Se il server dispone di numerosi dischi rigidi, potrebbe essere necessario un alimentatore di potenza persino superiore.

Infine è opportuno valutare quale fattore di forma sia più adatto alle esigenze dell’azienda: tower e rack o blade.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: https://vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *