Caratteristiche e utilizzo di un NAS in informatica

Caratteristiche e utilizzo di un NAS in informatica

Un Network Attached Storage (NAS) è un dispositivo collegato ad una rete di computer la cui funzione è quella di condividere tra gli utenti della rete un’area di storage (o disco). Il NAS (Network Attacched Storage) è un server con un sistema operativo preinstallato (firmware), una scheda di rete e diversi hard disk destinati all’immagazzinamento dei dati. Il sistema operativo integrato permette di specificare i diritti di accesso alle cartelle e ai file rendendoli disponibili su diverse piattaforme implementando i protocolli più diusi come FTP (File Transfer Protocol ), NFS (Network File System) e Samba per esportare i dati in una rete TCP/IP.

Caratteristiche e utilizzo di un NAS in informatica

Normalmente un NAS consente l’eventuale rimozione ed aggiunta di dischi “a caldo”, senza la necessità di disattivare l’unità (hot-swap). Uno tra i più importanti vantaggi offerti dai NAS è quello di permettere di centralizzare l’immagazzinamento dei dati in un solo dispositivo altamente specializzato e accessibile a tutti i nodi della rete. Nell’ambito dell’adozione di una soluzione NAS un eventuale svantaggio potrebbe essere costituito invece dall’enorme quantità di dati che viene a transitare sulla rete.
I NAS sono dunque indicati per ambienti in cui conta l’economicità di acquisto e la flessibilità di gestione e in cui le prestazioni siano un fattore secondario. La suite TCP/IP utilizzata per lo scambio di dati è adatta per inviare e ricevere piccole quantità di informazioni, ma poco indicato per quelle situazioni dove sia richiesto un traco dati elevato.

Sistemi NAS permettono inoltre di implementare schemi RAID (Redundant Array of Independent Disks) garantendo una migliore gestione della sicurezza dei dati. Il RAID è un sistema informatico che usa un insieme di dischi rigidi per condividere o replicare le informazioni e i beneci sono di aumentare l’integrità dei dati, la tolleranza ai guasti e le prestazioni, rispetto all’uso di un disco singolo. Il RAID può essere implementato sia con hardware dedicato sia con software specifico su hardware di uso comune e i dati vengono partizionati in segmenti di uguale lunghezza (configurabile) e scritti su dischi differenti. Con il passare degli anni, sono nate diverse implementazioni del concetto di RAID e ognuna presenta vantaggi e svantaggi.

Precedente Caratteristiche e tipologie dei firewall in informatica Successivo Caratteristiche e utilizzo di un SAN in informatica

Lascia un commento