Caratteristiche, vantaggi e svantaggi del CMS Magento per l’ecommerce

Caratteristiche, vantaggi e svantaggi del CMS Magento per l’ecommerce

Magento è uno dei più grandi e complessi CMS per ecommerce open-source attualmente sul mercato. Questo CMS offre svariate funzionalità per la gestione ottimale di un sito ecommerce, e permette di gestire gli ordini in maniera facile e abbastanza intuitiva, pur essendo comunque un CMS molto complesso nel suo insieme. Magento ha tantissime funzionalità, che a volte lo rendono uno strumento pesante, soprattutto se deve gestire una mole di articoli molto ampia.

Caratteristiche, vantaggi e svantaggi del CMS Magento per l'ecommerce

Vantaggi e svantaggi della piattaforma

Magento offre già di suo tutte le caratteristiche basilari ed avanzate di un CMS ecommerce che si rispetti. Infatti permette di gestire in maniera agevole tutte le tipologie di prodotto che si desidera vendere. Le tipologie principali di prodotti vendibili tramite la piattaforma sono le seguenti:

  • Semplice: è il prodotto di base, quello fisico che solitamente richiede anche una spedizione
  • Virtuale: è il tipo di prodotto che rappresenta prodotti virtuali quali servizi o garanzie
  • Scaricabile: contenuto che una volta acquistato può essere scaricato, dunque libri, software o qualunque altro tipo di prodotto in formato digitale scaricabile
  • Configurabile: Questo prodotto è molto utile per chi ha un catalogo di prodotti con diverse varianti. Il cliente può selezionare le varianti del prodotto che preferisce e aggiungerlo poi al carrello.

Ovviamente è possibile catalogare i prodotti mettendoli in determinate categorie. Inoltre Magento dispone anche di una gestione multi store, in cui si possono creare diversi store sotto la stessa installazione di Magento. Ogni store può avere delle viste diverse, ogni vista sarà la lingua specifica dello store di riferimento. Un altro aspetto importante è che Magento ha un’ottima gestione della tassazione, con la quale è possibile gestire senza troppi problemi le vendite Extra CEE, che per legge non devono pagare l’IVA italiana all’acquisto, in quanto si possono impostare facilmente le tassazioni per ogni singola nazione di provenienza. Magento ha una gestione molto valida anche delle scontistiche, con gestione di coupon, e regole di sconto su tutto il catalogo molto sofisticate che permettono di gestire i prezzi e gli sconti in completa autonomia e semplicità.

Insomma, Magento è un CMS molto valido, ma quali sono i suoi difetti? Innanzitutto è davvero comodo e potente se si possiede un catalogo di prodotti da vendere molto vasto e complesso. In questo caso Magento fornisce tutto ciò di cui si ha bisogno per gestirlo al meglio e ci aiuta molto nel lavoro. Se però si possiede un catalogo molto ridotto, usare Magento può essere troppo pesante e impegnativo, perché è una piattaforma che è sì molto potente, ma anche molto difficile da imparare, oltre a richiedere risorse hardware adeguate. Per questo motivo, se poi l’utilizzo di Magento sarà soltanto di caricare prodotti e metterli online, senza avere bisogno di configurazioni particolarmente complesse, potrebbe essere troppo pesante, rispetto ad altri prodotti che fanno lo stesso mestiere e risultano più snelli e facili da apprendere.

Un altro grosso problema di Magento è che, vista la sua complessità, questa ha comportato purtroppo ad un appesantimento della piattaforma, che quindi ne ha risentito in performance. In pratica per far girare in maniera ottimale un sito in Magento, è strettamente consigliato avere un server dedicato, sul quale poter fare tutte le ottimizzazioni e configurazioni che richiede Magento. Il server deve essere anche abbastanza potente in termini di hardware, altrimenti si rischia di avere un sito che risponde in maniera molto lenta, sia a livello di backend che di frontend.

Un’altra problematica è che Magento gestisce tutto tramite indici per ottimizzare la complessa struttura delle tabelle del proprio database. Periodicamente bisogna fare un reindicizzamento di tali indici e questa operazione, se fatta su un server sottodimensionato, può richiedere davvero tanto tempo, anche diverse ore. Questo però in caso di cataloghi molto ampi, dai 35000-40000 prodotti in su. La complessità di Magento rimane comunque un problema perchè per imparare a fare anche piccoli interventi di personalizzazione, il tempo di apprendimento resta molto alto, e non si riesce ad essere molto elastici.

In conclusione quindi ritengo che Magento non sia la piattaforma adatta per progetti molto piccoli, mentre, per progetti di una certa complessità può essere la soluzione migliore. Il progetto di Magento da qualche anno è stato assorbito dal gruppo Ebay, leader mondiale nell’ambito dell’ecommerce. Oggi è una piattaforma in continuo sviluppo, open-source e comunque molto personalizzabile. E’ la più utilizzata al mondo (circa 30% dei siti ecommerce a ne 2014) e questo trend sembra aumentare anno dopo anno.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *