Che cosa sono e a cosa servono gli obiettivi di un sito web

Che cosa sono e a cosa servono gli obiettivi di un sito web

Google Analytics è uno strumento gratuito fornito da Google per il tracciamento delle visite. Affinché lo strumento funzioni è necessario inserire un codice javascript che verrà eseguito dal motore javascript dei browser che effettuano la visita. Questo codice di monitoraggio è specifico per ogni profilo e deve essere inserito prima del tag </body> in tutte le pagine che devono essere monitorate. Sulla base delle necessità di monitoraggio il codice può essere modificato.

Nel momento in cui Google Analytics è attivato inizia la raccolta dei dati che possono essere esaminati nella sezione chiamata “Bacheca”. Questa sezione visualizza un grafico con l’andamento delle visite degli ultime trenta giorni ed elenca una serie di informazioni basilari e riassuntive.

Come è possibile analizzare gli obiettivi di un sito web

L’obiettivo è definito, da Google Analytics, come una qualsiasi pagina del sito che gli utenti devono raggiungere e se ciò accade si ottiene una conversione. Per operare con gli Obiettivi è necessario prima di tutto definirli e poi analizzarli.

Nella fase di definizione degli obiettivi occorre impostare:

  • il nome che deve rendere l’obiettivo facilmente individuabile;
  • la tipologia che definisce la categoria a cui appartiene l’obiettivo. In particolare dobbiamo ricordare che esistono tre tipi di obiettivi definiti da Analytics:
  • destinazione URL: in questo caso viene specificata l’URL della pagina di destinazione e l’obiettivo sarà conseguito solo se il visitatore raggiunge la pagina specificata (ad esempio con questo obiettivo si possono monitorare gli utenti che vanno ad effettuare una registrazione in una pagina del sito);
  • tempo sul sito: questa tipologia fornisce informazioni sul comportamento degli utenti all’interno del sito ed esprime il grado di soddisfacimento dei contenuti (ad esempio con un obiettivo di questo tipo, se stiamo monitorando un sito di news possiamo valutare l’interesse degli utenti per le varie notizie e capire quali news devono essere eliminate);
  • pagine medie per visita: in questo caso l’obiettivo fornisce informazioni circa il coinvolgimento dell’utente nel sito (ad esempio monitorando un sito che al suo interno presenta un catalogo di prodotti, è importante stabilire il grado di profondità con cui gli utenti effettuano la visita);
  •  il valore obiettivo: indica l’importanza dell’obiettivo perciò più alto è il valore attribuitogli maggiore è l’esigenza di raggiungere la conversione.

Definizione degli obiettivi

Per ogni obiettivo Anlytics offre la possibilità di definire dei parametri che variano in base alla tipologia di definizione. Ad esempio fornendo un obiettivo di tipo “destinazione URL” è molto importante definire una canalizzazione. Essa consente di elencare da un minimo di una pagina ad un massimo di dieci pagine che devono essere percorse dall’utente per raggiungere l’obiettivo. La canalizzazione ha la sua utilità, in quanto specifica il momento in cui l’utente abbandona il sito e quindi dà indicazioni preziose al webmaster, indicando i punti nei quali deve intervenire. Nella definizione di una canalizzazione è anche possibile impostare l’opzione “passaggio obbligatorio” e in tal caso, gli utenti che raggiungono l’obiettivo senza passare per la pagina resa obbligatoria, non vengono conteggiati come conversioni.
Per le altre due tipologie di obiettivi non viene invece data la possibilità di impostare una canalizzazione, ma si possono comunque inserire parametri che danno un riferimento sulla quantità di tempo che il visitatore deve rimanere nel sito o sul numero di pagine che egli dovrebbe visitare.

Analisi degli obiettivi

Dopo essere definiti gli obiettivi possono essere analizzati. L’analisi fornisce un grafico che mostra l’andamento degli obiettivi considerati nella loro globalità e definisce anche altre informazioni come:

  • il totale delle conversioni: rappresenta il numero di utenti che sono giunti alla pagina definita come obiettivo;
  • il tasso di conversione: rappresenta il rapporto tra il numero di conversioni e il numero di visite totali, il tutto espresso in percentuale (e quindi moltiplicato per 100);
  • la visualizzazione di una canalizzazione: rappresenta l’analisi grafica del percorso che gli utenti hanno seguito per raggiungere la pagina obiettivo. Nel grafico ogni blocco simboleggia una pagina che il visitatore deve visualizzare per raggiungere l’obiettivo e per ogni step sono indicati, oltre al numero complessivo dei visitatori della pagina, il numero degli utenti in ingresso e in uscita.
Precedente Come è possibile analizzare gli obiettivi di un sito web Successivo Quali sono gli strumenti per trovare le keyword importanti per un sito web

Lascia un commento