Che cos’è, a cosa serve e vantaggi del controllo vocale

Che cos’è, a cosa serve e vantaggi del controllo vocale

Data l’enorme quantità di device da gestire, sono necessari metodi di interazione uomo-macchina sempre più intuitivi ed efficaci: i progressi nel campo del riconoscimento vocale hanno permesso l’uso dei comandi vocali per l’interazione e la gestione dei device. Integrando tale tecnologia con algoritmi di intelligenza artificiale sempre più sofisticati, invece, ha portato alla nascita di assistenti personali intelligenti in grado di assistere l’uomo in molteplici contesti.

Che cos'è, a cosa serve e vantaggi del controllo vocale

L’abilità di comunicare in maniera naturale con una macchina al fine di chiedere informazioni o di eseguire comandi è migliorata drasticamente negli ultimi decenni. Sebbene tale tecnologia non abbia raggiunto ancora la perfezione, l’uomo riesce ad interagire in modo ragionevole attraverso la voce con un’ampia varietà di device. Una caratteristica fondamentale dello sviluppo di tale tecnologia risiede nell’utilizzo del cloud: analizzando i dati attraverso enormi capacità computazionali, i servizi di riconoscimento vocale possono migliorare nel tempo, grazie all’adattamento ai modelli di comunicazione e alla comprensione del linguaggio in base al contesto.

I vantaggi derivanti dall’utilizzo dell’interazione vocale uomo-macchina sono molteplici:

  • Il dialogo è il modo naturale di comunicare per l’uomo: risulta più intuitivo e semplice comunicare i comandi verbalmente.
  • L’uso dei comandi vocali diventa fondamentale quando si eseguono attività che impegnano mani e occhi. Ad esempio, durante la guida, è pericoloso (e vietato dalla legge) distogliere l’attenzione per rispondere al cellulare o manovrare altri dispositivi elettronici. L’uso di comandi vocali per il compimento di task simili può evitare al conducente del veicolo di fare un incidente o di incorrere in sanzioni.
  • La possibilità di utilizzare vari dispositivi tramite voce è fondamentale per persone con disabilità fisiche. Ciò permette un’autonomia e una qualità della vita migliore per i disabili.
  • Risparmio economico: l’integrazione vocale potrebbe rendere svantaggioso l’utilizzo di un schermo su molti dispositivi, in quanto riduce i costi per la costruzione di quei device che non vengono utilizzati per la maggior parte del tempo. Ad esempio, potrebbe risultare più vantaggioso economicamente offrire la connessione ad un unico servizio vocale remoto, piuttosto che installare un touch screen per tutti i dispositivi che implementano la stessa funzione.
  • Gli operatori vocali virtuali (come per esempio quelli telefonici) sono un efficiente mezzo di comunicazione bidirezionale con le macchine che possono ascoltare e rispondere senza la necessità di comandi complessi.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *