Che cos’è, come funziona e utilizzi della Realtà Aumentata

Che cos’è, come funziona e utilizzi della Realtà Aumentata

Per realtà aumentata (Augmented Reality o AR) si intende la capacità di creare una visione potenziata della realtà, infatti si creano al computer simulazioni di oggetti reali, immagini e testi che vengono sovrapposti a ciò che l’utente vede intorno a sé in tempo reale. Tra le potenzialità della realtà aumentata si può considerare il fatto che questa permette di creare un ambiente più manipolativo ed interattivo, il quale risulta molto più attrattivo per i clienti; infatti migliora il mondo fisico aggiungendovi elementi di tipo testuale, link ad URL, video e audio ad oggetti inizialmente statici.

L’istituto di ricerca Juniper definisce la AR come:

“Una tecnologia the identifica e traccia i dati appartenenti al mondo fisico e vi combina dati originati da una fonte digitale, da presentare all’utente una visione del mondo reale sovrapposto da informazioni generate dal computer.”

La tecnologia alla base della realtà aumentata è stata inventata nei primi anni ’80, ma a causa di una potenza dei computer ancora limitata e della mancanza di requisiti da parte dell’hardware, che non erano in grado di processare una grande quantità di dati relativi ad immagini e alla posizione; a quel tempo lo sviluppo della realtà aumentata fu solo una chimera.

Che cos'è, come funziona e utilizzi della Realtà Aumentata

Nel XXI secolo, con i progressi effettuati nel settore informatico e delle nanotecnologie, hanno aiutato lo sviluppo di dispositivi mobili che supportano la realtà aumentata, la quale può essere utilizzata in molti altri campi come: equipaggiamenti per i piloti militari, sottomarini e droni, ma anche nel B2C attraverso le applicazioni per Smartphone, o nel settore immobiliare per dare la possibilità ai propri clienti di effettuare acquisti comodamente da casa provando i prodotti nei propri spazi senza doversi recare fisicamente presso gli showroom.

Funzionamento della Realtà Aumentata

Il fatto che l’AR stia diventando sempre più interattiva e che sta attraendo una proporzione sempre più numerosa di clienti, lascia gli esperti prevedere che questo tipo di tecnologia avrà il più alto potenziale di espansione e di impatto nei prossimi anni.
Vediamo ora nel dettaglio come funziona la Augmented Reality nel suo utilizzo base:

  • Vengono creati contenuti del mondo reale o digitale con l’ausilio di input generati dal computer;
  • Gli utenti puntano il proprio dispositivo (Smartphone o Tablet, o dispositivi indossabili come i Google glasses, schermi fissi interattivi o proiettori) verso una particolare immagine: trigger immage o immagine tag;
  • L’input viene preso utilizzando diversi tipi di sensori, i quali vengono in un secondo momento processati dal dispositivo;
  • I dati che ne derivano vengono utilizzati per creare una proiezione 2D o 3D con la quale l’utente può interagire.

Il principio base, attraverso il quale funziona la realtà aumentata è dunque quello del sensore, la scena virtuale e l’oggetto del mondo reale o viceversa sono integrati ed hanno come scopo quello di creare una scena realistica.

La Realtà Aumentata permette attraverso la registrazione dei dati di utilizzo dell’applicazione mobile di scoprire come gli utenti interagiscono con i supporti fisici di comunicazione, gli oggetti reali e l’ambiente che li circonda. Questo si traduce in una miniera di preziose informazioni sui propri prodotti e supporti che le aziende possono utilizzare per migliorare la propria performance comunicativa e progettuale.

Esistono applicazioni che potenziano la visualizzazione del sé aumentato virtualmente, proprio per questo motivo si registra una proliferazione di specchi virtuali o di “try-ons” virtuali che permettono un’esperienza realistica ed interattiva, in quanto lo specchio riflette il corpo o una parte di esso e dà la possibilità di inserire elementi virtuali aggiuntivi.

Altre applicazioni di realtà aumentata permettono di fare lo stesso anche con i prodotti, scannerizzando un’immagine tag con un dispositivo che può rilasciare l’immagine aumentata. Alcuni esempi possono essere di applicazioni che danno la possibilità di dare informazioni nutrizionali riguardo al cibo sugli scaffali, che mostrano recensioni riguardo ad essi, oppure cambiare il colore di un oggetto direttamente dallo schermo del proprio device o aggiungere elementi personalizzati.

La ragione principale della crescita della tecnologia di realtà aumentata nel mercato del mobile è l’incremento dell’utilizzo dei dispositivi come smartphone e tablet, l’adozione di tecnologie avanzate e l’implementazione di applicazioni software nel mobile computing. L’utilizzo delle applicazioni di realtà aumentata nei dispositivi mobile, o nei wearable device (smart glasses) ad altri devices ha aumentato gli scopi di utilizzo di questo tipo di tecnologia in diversi settori ottenendo una fetta di mercato sempre più ampia.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *