Che cos’è e a che cosa serve un database in informatica

Che cos’è e a che cosa serve un database in informatica

In informatica, con il termine database, banca dati o base di dati, si indica un archivio dati, o un insieme di archivi, in cui le informazioni in esso contenute sono strutturate e collegate tra loro secondo un particolare modello logico (relazionale, gerarchico, reticolare o a oggetti) e in modo tale da consentire la gestione/organizzazione efficiente dei dati stessi grazie a particolari applicazioni software dedicate (DBMS), basate su un’architettura di tipo client-server, e ai cosiddetti query language per l’interfacciamento con le richieste dell’utente (query di ricerca o interrogazione, inserimento, cancellazione ed aggiornamento).

Che cos'è e a che cosa serve un database in informatica

Il termine database può dunque indicare contemporaneamente:

  • l’archivio a livello fisico (hardware) cioè il sistema con i supporti di memorizzazione che contengono i dati stessi e il processore per l’elaborazione di questi (database server);
  • l’archivio a livello logico cioè i dati strutturati e la parte software cioè il database management system (DBMS) ovvero quella vasta categoria di applicazioni che consentono la creazione, manipolazione (gestione) ed interrogazione efficiente dei dati.

Informalmente e impropriamente, la parola “database” viene spesso usata quasi unicamente per indicare il database management system (DBMS) riferendosi dunque alla sola parte software.
Nei database più moderni ovvero quelli basati sul modello relazionale i dati vengono suddivisi per argomenti (in apposite tabelle) e poi tali argomenti vengono suddivisi per categorie (campi) con tutte le possibili operazioni di cui sopra. Tale suddivisione e funzionalità rende i database notevolmente più efficienti rispetto ad un archivio di dati creato ad esempio tramite file system di un sistema operativo su un computer almeno per la gestione di dati complessi.

La diffusione dei database, e dei relativi sistemi DBMS di gestione, nei sistemi informativi moderni è enorme e capillare essendo un componente base di un sistema informativo attraverso il rispettivo sistema informatico: si pensi a tutte le attività commerciali di gestione di magazzino, gestione clienti, a sistemi di immagazzinamento di dati personali o pubblici nella pubblica amministrazione e nelle imprese private (es. banche e aziende), contabilità ecc. La gestione e lo sviluppo dei database attraverso i DBMS è diventata nel tempo una branca a tutti gli effetti dell’informatica moderna.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *