Che cos’è e differenza tra ROM e firmware in informatica

Che cos’è e differenza tra ROM e firmware in informatica

La memoria ROM di un computer ha le caratteristiche principali di essere non cancellabile, non riscrivibile ed è meno costosa della RAM in quanto realizzata con circuiti molto più semplici.
La sigla ROM significa Read Only Memory ovvero memoria a sola lettura e, a differenza della RAM, mantiene le informazioni anche in caso di mancanza di corrente per questo viene definita non volatile al contrario della memoria RAM che invece è volatile (perde i dati nel momento in cui viene a mancare la corrente elettrica).

Che cos'è e differenza tra una ROM e un firmware

La memoria ROM contiene le informazioni per l’avvio del PC. Ogni volta che si accende il computer, il processore va a controllare il tipo di hardware che è presente, e, attraverso vari test di controllo, che non ci siano problemi per qualche componente. Queste informazioni sono scritte nei circuiti della memoria ROM dalla ditta che produce il computer.
La memoria ROM è più piccola della RAM, appunto perché deve contenere poco software, le poche istruzioni per avviare il PC. Un software di questo tipo, implementato dal costruttore del PC direttamente sui circuiti, un software scritto nell’hardware, un ibrido, prende il nome di firmware.

In particolare, il firmware è una specie di “forma intermedia” tra hardware e software e in pratica si tratta del software che viene “incorporato” nei dispositivi elettronici digitali durante la loro costruzione. Si ricorre al firmware quando si prevede di cambiare i programmi molto raramente o addirittura mai, oppure anche quando è importante che un dato programma non venga perso, ad esempio per cadute di corrente. Nella maggior parte dei calcolatori, i microprogrammi sono firmware.

Inoltre, il firmware della ROM si chiama BIOS che significa proprio Basic Input Output System, ovvero le operazioni base che un PC effettua all’avvio.

L’operazione di avvio è detta bootstrap (e quindi di avvio iniziale) che si articola in tre fasi:

  1. verifica dell’hardware,
  2. attivazione dell’hardware,
  3. avvio del software di base del computer, il sistema operativo che vedremo quando si parlerà del software.

Intuitivamente senza la memoria ROM il computer/dispositivo non sarebbe in grado di accendersi.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *