Che cos’è la Blockchain e benefici per le aziende

Che cos’è la Blockchain e benefici per le aziende

Blockchain

La blockchain (letteralmente “catena di blocchi”) è una struttura dati condivisa e immutabile. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in blocchi, concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall’uso della crittografia. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l’intera struttura.

In altre parole, la blockchain è un database distribuito tra tutti i nodi che implementano ad esempio il protocollo bitcoin e che mantiene la lista di tutte le transazioni eseguite dagli utenti.

Una blockchain è composta da records chiamati blocchi (blocks) che contengono, oltre ad un timestamp, anche l’hash di un collegamento al blocco precedente, consentendo difatti la creazione di una catena di blocchi dal primo blocco inserito fino all’ultimo. Il primo blocco della catena prende il nome di Genesis block ed è l’unico che non ha un collegamento al precedente. Questo sistema a blocchi collegati fornisce un ordine cronologico ai record inseriti e previene la modifica di un blocco già presente nella blockchain in quanto si dovrebbero modificare anche tutti i blocchi successivi. Una blockchain è quindi valida se e solo se tutti i blocchi che la compongono sono validi e se la catena inizia con il blocco Genesis. È interessante notare come per ogni blocco della catena, ci sia un solo percorso che porta al blocco Genesis ma non è valido l’opposto infatti, scendendo dal blocco Genesis, si possono trovare biforcazioni. Questo avviene nel caso in cui due blocchi vengano aggiunti con uno scarto di pochi secondi l’uno dall’altro.

Quando questo si verifica, il successivo blocco generato si collega al primo dei due blocchi che riceve e questa nuova catena diventa la principale, essendo più lunga dell’altra. I blocchi nella catena più corta, chiamata catena invalida, non vengono usati e le transazioni contenute in questi blocchi vengono rimesse nella coda delle transazioni in attesa e verranno verificate e incluse in un successivo blocco. Per questo motivo è buona pratica considerare valida una transazione solo dopo che sono stati aggiunti altri blocchi alla catena, per evitare che sia annullata e rimessa in coda. Ad esempio, questo sistema rende molto difficile spendere gli stessi bitcoin due volte infatti, essendo tutti i movimenti presenti nella blockchain, una transazione viene confermata solo se quei bitcoin non sono già stati spesi.

Che cos'è la Blockchain e benefici per le aziende

Quali sono i benefici per le aziende?

Le imprese guidate dal processo, in particolare quelle che fanno molto affidamento su organizzazioni o intermediari partner per operare con successo, hanno maggiori probabilità di trarre vantaggio dalla blockchain. Quasi tutto ciò che esiste oggi sulla carta potrebbe in futuro essere memorizzato su un ledger distribuito, una caratteristica chiave della tecnologia blockchain. Mentre Internet connette persone, cose e informazioni, blockchain collega le transazioni, come i trasferimenti di denaro, l’acquisto di proprietà e il pagamento delle richieste di risarcimento.

In sintesi, nel settore industriale ci sono almeno sei importanti benefici forniti dalla tecnologia blockchain:

  • Elimina gli intermediari in quanto fornisce informazioni attendibili rimuovendo la necessità di intermediazione
  • Accelera le transazioni non affidandosi agli intermediari e al loro orario di lavoro
  • Fornisce trasparenza poiché il ledger distribuito condiviso non può essere modificato, riducendo il rischio di frode e quindi creando fiducia
  • La sicurezza poiché la natura distribuita e crittografata della blockchain rende difficile l’hacking
  • Resilienza perché se un blocco fallisce, le informazioni non vengono perse poiché tutti gli altri membri della catena ne hanno una copia
  • Automatizzazione poiché la tecnologia programmabile consente di attivare automaticamente azioni, eventi e pagamenti una volta soddisfatte determinate condizioni (smart contracts).

Ad esempio, nel campo industriale gli smart contract consentiranno l’introduzione di modelli di business innovativi e che ridurranno alcuni costi di gestione del “trust” nelle transazioni in modo molto significativo (in modelli B2C). Inoltre, gli smart contract costituiranno una vera rivoluzione in tutte le trattative aziendali (in modelli B2B) che cambieranno il modo in cui molti scambi commerciali vengono regolati.

Infine, i cambiamenti appena espressi cambieranno sensibilmente la fornitura di servizi da parte dei consulenti, soprattutto in ambito IT ma anche per tanti altri settori.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected]il.com Sito Web: https://vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *