Che cos’è, vantaggi e importanza dell’industria 4.0

Che cos’è, vantaggi e importanza dell’industria 4.0

Industria 4.0

Il termine industria 4.0, di cui oggi si sente sempre più spesso parlare, indica il nuovo step a livello industriale che ci si aspetta prenderà il sopravvento nei prossimi anni. Come lo stesso termine lascia intendere questo nuovo paradigma tecnologico comporterebbe la quarta grande rivoluzione industriale. Storicamente si è assistito ad altre tre rivoluzioni industriali, che grazie a nuove tecnologie hanno modificato irreversibilmente l’industria stessa.

La prima grande svolta, che ha segnato il passaggio dall’artigianato alla produzione industriale è ciò che viene unanimemente definita come “Rivoluzione Industriale”. Grazie alla scoperta della macchina a vapore nel 1784 si entra così nella prima fase industriale; che venne successivamente definita Industria 1.0.

La seconda grande svolta si ebbe sul finire dell’800 quando al vapore subentra rono nuove forme di energia come l’elettricità e il petrolio e ciò permise di iniziare a parlare di produzione di massa e di catena di montaggio. Ciò portò alla seconda fase industriale

L’industria 3.0 fu invece il risultato dell’introduzione dell’informatica e di inter net negli anni 70 del novecento, che consentirono nuovi livelli di automazione e diedero il via alla cosiddetta Digital Transformation della fabbrica.

Ciò che stiamo vivendo al giorno d’oggi è l’inizio di ciò che gli esperti ritengo no possa essere una nuova fase industriale, che porterà enormi cambiamenti in tutti i settori produttivi e non solo. Alcuni Paesi hanno già sperimentato questa nuova rivoluzione, e la stanno adottando con decisione, cercando anche di codificarla per poi imporla come standard per tutte le nazioni

Tuttavia questa volta la rivoluzione che si sta per affrontare presenta delle caratteristiche che la differenziano dai precedenti cambiamenti per vari motivi:

  1. Non si tratta in questo caso di nuove tecnologie. Ciò che si va delineando è un’industria che utilizza congiuntamente tecnologie già esistenti
  2. Queste singole tecnologie si stanno evolvendo molto velocemente, e non in una singola applicazione, ma con incrementi marginali contestuali. Questo spiega anche perchè la quarta rivoluzione industriale stia avvenendo a soli 40-50 anni dalla precendente rivoluzione, quando in precedenza il tempo trascorso tra una fase industriale e l’altra era di quasi un secolo.
  3. La dimensione del nuovo paradigma tecnologico sarà tale da condizionare non solo alcuni players, ma tutta la filiera produttiva
  4. La quarta rivoluzione industriale ha caratteristiche tali da intaccare non solo la manifattura, ma tutti i settori come agricoltura, servizi e turismo.

Che cos'è, vantaggi e importanza dell'industria 4.0

Vantaggi e importanza Industria 4.0

Se nei casi precedenti era facile identificare in cosa consistesse la nuova fase industriale, definita dall’applicazione di una nuova tecnologia, questo “mosaico di tecnologie” caratterizzante il nuovo paradigma industriale rende complicata la definizione di industria 4.0.

Quando si parla di industria 4.0 ci si riferisce a una modalità organizzativa del la produzione sia di beni che di servizi che si basa sull’integrazione degli impianti con le tecnologie digitali. In parole semplici, lo scopo dell’industria 4.0 è di “fornire alle macchine ed ai prodotti una cyber-coscienza in modo che siano parte di un sistema”.

Ciò è possibile tramite la sensorizzazione delle macchine, collegando la parte sica di materie prime, semilavorati e prodotti finiti al loro duale digitale, e allo stesso modo integrando la parte sica dell’azienda ai sistemi informativi. I dati così raccolti possono essere analizzati per ottenere informazioni e conoscenza in grado di migliorare tutti gli aspetti di gestione aziendale, dalla produzione, alla logistica, agli acquisti e al marketing e vendite.

Tutto questo come accennato in precedenza è il frutto non di una nuova tecnologia innovativa e distruttiva, ma bensì dell’utilizzo congiunto di tecnologie già esistenti e in continuo sviluppo.

Numerosi studi condotti dalle principali società di consulenza, così come il parere di esperti del settore, fanno presupporre che gli e etti dell’adozione dell’industria 4.0 porterà enormi bene ci alle aziende. Da un lato l’automatizzazione sempre maggiore, il monitoraggio continuo di macchinari, operatori, e in generale di tutto il reparto produttivo, con la conseguente raccolta di un’enorme mole di dati analizzabili (Big Data) permetteranno di aumentare l’efficienza produttiva e contemporaneamente una riduzione degli sprechi e dei costi.

Oltre a questi vantaggi puramente prestazionali l’adozione di principi dell’industria 4.0 apre le porte a nuovi modelli di business. Infatti integrando il cliente sempre più nei procedimenti di sviluppo prodotto e personalizzazione di esso, e sfruttando la grande flessibilità produttiva che l’I4.0 comporta sarà possibile o rire livelli di customizzazione no ad ora impensabili a un costo irrisorio. Si andrà cioè incontro alla cosiddetta “Mass Customization”.
L’industria 4.0 apporterà dei cambiamenti anche nella gestione della vita del prodotto, migliorando e o rendo nuovi scenari per i servizi post vendita ed incrementando l’efficienza di servizi di manutenzione.

Si stima che i guadagni apportati dall’industria 4.0 saranno di 493 miliardi di dollari annui, con una contemporanea riduzione dei costi di 421 miliardi. Tali valori esprimono quindi bene l’impatto che questa nuova rivoluzione industriale può avere.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *