Come e perchè è possibile recupere dei file cancellati definitivamente dal computer

Come e perchè è possibile recupere dei file cancellati definitivamente dal computer

In questo articolo informatico piuttosto che suggerire dei software precisi per recupere dei file cancellati definitivamente dal proprio computer spiegheremo il perchè è possibile recupere questi file.
Partiamo dunque dal fatto che è possibile recuperare un file cancellato definitivamente, utilizzando appositi programmi in grado di ripristinarli. Ma spieghiamoci meglio.

Come e perchè è possibile recupere dei file cancellati definitivamente dal computer

Quando si conferma la cancellazione di un file, per esempio svuotando il cestino di Windows, viene infatti cancellato (logicamente o fisicamente) il solo collegamento fisico esistente tra il nome del file ed il suo contenuto, per cui il file non è più accessibile né all’utente né ai programmi del computer. In assenza di altri collegamenti fisici, anche l’area della memoria di massa occupata dal contenuto dei file viene designata come disponibile per nuovi contenuti, tuttavia essa non viene cancellata o sovrascritta immediatamente, per cui i dati risultano ancora fisicamente disponibili sulla memoria con opportune tecniche fino all’effettiva sovrascrittura.

In particolare i programmi per il recupero dei file esaminano il contenuto di un file system cercando collegamenti fisici cancellati logicamente e controllando le aree occupate dai dati a cui essi fanno riferimento, ricopiandone il contenuto e, se possibile, ricostruendo le parti ormai sovrascritte.
Per prevenire invece il recupero di file cancellati (per esempio per questioni di privacy) esistono programmi che provvedono a sovrascrivere (anche più volte) il contenuto di un file prima di cancellarlo, o a sovrascrivere tutte le aree libere di un file system, in modo che non sia possibile il recupero dei dati.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *