Come ottimizzare gli URL all’interno di un sito web

Come ottimizzare gli URL all’interno di un sito web

L’URL (Uniform Resource Locator) è rappresentato da una sequenza di caratteri che viene utilizzata per identificare in modo univoco l’indirizzo di una risorsa Internet, quale può essere una pagina o un’immagine. In pratica l’URL è stata introdotta per facilitare gli utenti che ricercano contenuti in Internet, i quali possono accedere direttamente alle risorse della rete utilizzando l’URL anziché dover inserire l’indirizzo IP che è difficile da ricordare.

Come ottimizzare gli URL all'interno di un sito web

Proprio per il fatto che l’utente presta particolare attenzione all’uso dell’URL, occorre migliorarne la struttura. Principalmente bisogna procedere strutturando in modo ottimale i contenuti e attribuendo nomi ai file che siano attinenti con il loro contenuto. In tale modo gli URL che vengono costruiti renderanno più semplice l’indicizzazione da parte degli spider dei motori di ricerca.

Altro punto importante è quello di rendere gli URL brevi e facili da ricordare, in modo che l’utente possa usarli per arrivare al sito direttamente. Se gli URL sono difficili e lunghi spesso i visitatori vengono confusi e non li utilizzano oppure potrebbero pensare che parte di esso sia inutile ed effettuarne un troncamento rendendolo nullo. Tale fenomeno si registra in particolare modo quando l’indirizzo contiene termini senza significato.

Si deve poi fornire un’unica versione degli URL che punta ad una determinata pagina, in modo da evitare che ci siano utenti che accedono con URL diversi alla stessa pagina. A tal proposito l’ideale è quello di implementare una ridirezione 301 in modo tale che gli URL che non devono essere privilegiati puntino all’URL più importante.

Dobbiamo ricordare che quando googlebot indicizza i contenuti, divide le parole in base alla punteggiatura che viene inserita, quindi in genere si dividono le frasi che rappresentano l’URL con dei trattini. Da evitare è invece l’uso degli underscore che non sono considerati punteggiatura.

Infine ricordiamo che l’URL viene indicato nei risultati di ricerca di Google dopo il titolo della pagina e la descrizione del documento. In tal caso le parole che sono inserite nella query di ricerca dell’utente, se presenti anche nell’URL, vengono evidenziate in grassetto per attirare l’attenzione, ecco perché diventa importante inserire parole chiave nell’URL.

Precedente Quali sono gli strumenti per trovare le keyword importanti per un sito web Successivo Cloud Computing: Differenza tra Modelli di Erogazione e Modelli di Servizio

Lascia un commento