Cos’è e a cosa serve il DOM (Document Object Model) in informatica

Cos’è e a cosa serve il DOM (Document Object Model) in informatica

Il Document Object Model di una pagina Web è una descrizione della sua struttura interna vista come gerarchia di oggetti JavaScript. Lo standard più completo e aggiornato è quello del World Wide Web Consortium (W3C). L’elemento all’origine di ogni gerarchia DOM è la finestra del browser in cui una pagina è visualizzata. Nel DOM i documenti hanno una struttura logica che è molto simile ad un albero. Il DOM non specifica come i documenti devono essere implementatimi bensì risulta essere un modello logico che può essere implementato in qualsiasi modo utile. Una proprietà importante del modello della struttura del DOM è l’isomorfismo strutturale: se due qualsiasi implementazioni del Document Object Model sono usate per creare una rappresentazione dello stesso documento, creeranno lo stesso modello di struttura, con esattamente gli stessi oggetti e relazioni.

Cos'è e a cosa serve il DOM (Document Object Model) in informatica

Il nome “Document Object Model” è stato scelto perchè è un “modello dell’oggetto” nel senso tradizionale del design orientato all’oggetto: le pagine sono modellate usando gli oggetti e il modello comprende non solo la struttura di un documento ma anche il suo comportamento e gli oggetti da cui esso è composto. In altre parole, i nodi non rappresentano una struttura di dati, ma oggetti che hanno funzioni ed identità. In pratica il DOM identifica:

  1. le interfacce e gli oggetti usati per rappresentare e manipolare un documento;
  2. la semantica di queste interfacce e oggetti, includendo sia il comportamento che gli attributi;
  3. le relazioni e le collaborazioni tra queste interfacce e gli oggetti.

Il Document Object Model consiste attualmente di due parti, DOM Core e DOM HTML. Il DOM Core rappresenta la funzionalità usata per i documenti XML, e serve anche come base per il DOM HTML. Un’implementazione del DOM deve implementare tutte le interfacce fondamentali nel capitolo Core con la semantica come definita. Inoltre, deve implementare almeno una delle interfacce HTML DOM. Ogni oggetto del DOM possiede metodi di utilizzo e tipi di dato dipendenti dalla sua funzione all’interno della pagina stessa e a ciascuno può essere associato un diverso stile di presentazione. La funzione principale del DOM è però quella di offrire a un programma JavaScript la capacità di rilevare eventi su ogni singolo componente di una pagina (dal click su un pulsante alla scrittura in uno specifico campo di un modulo) e di modificarne le rispettive proprietà. Un altro aspetto importante è il fatto che, anche se viene sfruttato prevalentemente in ambito Ajax, JavaScript non è certo l’unico linguaggio con cui è possibile lavorarci. Per esempio anche PHP, Ruby, Perl, Python contengono Api complete per accedere al Dom e ai metodi ad esso associati.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *