Definizione, caratteristiche e modello della Business Analytics

Definizione, caratteristiche e modello della Business Analytics

In tempi di rapidi cambiamenti e di crescente complessità, un rapido apprendimento diventa importante. Per questo è necessaria una visione strategica su ciò che è necessario attuare, per ottenere un rapido apprendimento e infine, la creazione di valore. Tutto questo diventa possibile attraverso la Business Analytics.

Il successo di una qualsiasi attività, specie nel business, dipende in massima parte dalla capacità di prevedere il futuro cogliendone i segni anticipatori. Questi segni esistono: molti sanno dire, a cose fatte, quali erano i segnali che annunciavano l’accaduto. Quello che fa la differenza è saperlo prima.

Lo sviluppo delle applicazioni di business intelligence sono state il primo, grande, risultato verso l’individuazione e lo studio dei segnali nascosti.
La BI è un insieme di metodologie, processi, architetture e tecnologie che trasformano dati grezzi in informazioni significative e utili, attraverso l’ultilizzo di Data Warehouse e Data Mining per l’estrazione e l’analisi dei dati.

Le applicazioni di Business Intelligence, se progettate bene e basate su dati aggiornati, offrono una visione approfondita del passato o anche del presente, identificando gli schemi che determinano comportamento e prestazioni delle funzioni aziendali: vendite, produzione, approvvigionamento, marketing, amministrazione, finanza e così via.

Definizione, caratteristiche e modello della Business Analytics

Definizione e caratteristiche della Business Analytics

La BA può essere definita tramite questa frase: “dare il giusto supporto decisionale alle persone giuste al momento giusto”.
Le analisi di business consistono nel migliorare il processo decisionale, i suoi processi operativi e la competitività ottenuta quando un’impresa è in possesso di fatti rilevanti e sa come usarli.
Le iniziative di BA che hanno successo sono sempre strettamente collegate con la strategia dell’organizzazione (missione, visione, e gli obiettivi) e vengono messe in atto per rafforzare la capacità dei processi di business di muoversi nella giusta direzione verso i propri obiettivi.

La Business Analytics consente alle organizzazioni di “guardare in avanti” e ne beneficiano tutti gli aspetti della catena del valore di un’organizzazione, tra cui:
Logistica in entrata: ricezione, stoccaggio, controllo del magazzino e pianificazione dei trasporti.
Operazioni: tra cui manutenzione imballaggi, apparecchiature, test e tutte le attività che aggiungono valore dalla materia prima al prodotto finale.
Logistica in uscita: le attività necessarie per ottenere i prodotti finiti sul mercato, tra cui lo stoccaggio e gestione della distribuzione.
Marketing e vendite: attività rivolte all’acquirente per l’acquisto del prodotto, compresa la selezione dei canali, pubblicità, promozione, vendita, prezzi e ottimizzazione degli spazi.
Servizi: attività che mantengono il valore di un prodotto, incluso il supporto ai clienti, riparazioni, installazioni, formazione, gestione dei ricambi e altro ancora.
In questo modo, la BA guida l’innovazione e migliora la velocità di risposta ai cambiamenti del mercato e dell’ambiente di un’organizzazione.

I limiti della BI vengono quindi superati permettendo di anticipare lo sviluppo degli eventi e di prevedere l’effetto che potranno avere le decisioni in futuro.

Per esempio:

  • nel campo finanziario si possono prevedere le reazioni e i commenti degli analisti al prossimo annuncio dei risultati della società;
  • nel campo del marketing si può prevedere quali prodotti, quali prezzi e quali sistemi di vendita permetteranno di ottenere una maggiore fedeltà alla marca;
  • nel campo dei rischi manageriali si potranno prevedere e prevenire frodi, sprechi, abusi e minacce;
  • e tanto altro…

Possiamo anche dire che la BA consiste in una continua esplorazione interattiva e analisi delle performance di business del passato, al fine di conoscere e di migliorare la pianificazione aziendale attuale e futura, attraverso la ricerca di eccezioni e anomalie e la ricerca di nuovi pattern ottimali.

Modello della Business Analytics

Il modello della BA fornisce uno schema per la comprensione e la creazione di analisi di successo in qualsiasi tipo di organizzazione.
La Business Analytics è una disciplina stratificata e gerarchica, le informazioni richieste si muovono dall’alto (l’ambiente guidato dalle imprese) verso il basso (l’ambiente guidato dalla tecnica), mentre il flusso successivo di informazioni si spostano dal basso verso l’alto.

Vediamo qui di seguito l’immagine che rappresenta questo modello.

Il Modello della Business Analytics

Esaminiamo dunque questo modello:

  1. Nel primo strato vengono prese le decisioni strategiche e vengono scelte le informazioni strategiche.
  2. Il secondo livello necessita di informazioni e conoscenza per supportare la scelta della strategia azientale.
  3. Nel terzo strato gli analisti, coloro che controllano e gli sviluppatori di report creano informazioni e conoscenza per innovare e ottimizzare le loro attività.
  4. Nel penultimo livello si trova l’ambiente operativo dove vengono lavorati i dati attraverso datawarehouse e gli specialisti rendono questi dati accessibili
    agli altri.
  5. Nell’ultimo strato del modello i dati primari generati da risorse vengono gestiti e sviluppati.

La strategia aziendale (visione, missione, obiettivi), di cui è responsabile il primo livello, normalmente viene tradotta in una serie di indicatori di prestazione chiamati KPIs, con lo scopo di misurare il grado di processo e di successo.

Il contenuto di questi indicatori dipende da quale processo di business vogliamo controllare.
L’obiettivo della BA è quello di cambiare i processi di business e le azioni, in modo che siano mirate verso il raggiungimento degli obiettivi standard.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *