Definizione, caratteristiche e utilizzo di un sistema di Context-Awareness

Definizione, caratteristiche e utilizzo di un sistema di Context-Awareness

Il termine context-awareness significa letteralmente “consapevolezza del contesto”, quindi quando si parla di applicazioni context-aware, ci si riferisce ad applicazioni che hanno consapevolezza del contesto in cui l’utente si trova e grazie a questo possono adattare il loro comportamento.

Una definizione più generale di contextaware indipendente da particolari tipi di contesto è la seguente:
A system is context-aware if it uses context to provide relevant information and/or services to the user, where relevancy depends on the user’s task.

Che cos'è e a cosa serve un sistema di Context-Awareness

Essa afferma che un sistema si pùo definire context-aware quando sfrutta il contesto per fornire importati informazioni e/o servizi all’utente, dove l’importanza dipende dalla richiesta dell’utente.
Uno degli obiettivi dei sistemi context-aware è quindi quello di acquisire e utilizzare le informazioni sul contesto di un dispositivo, al fine di fornire servizi adeguati a particolari persone, luoghi, tempi, eventi, ecc.

Caratteristiche dei sistemi Context-Aware

Le caratteristiche delle applicazioni context-aware sono generalmente classificate in una delle seguenti categorie: presentazione di informazioni e servizi a un utente (Presentation), l’esecuzione automatica di un servizio (Auto Execution), e il tagging del contesto sulle informazioni necessarie per il successivo recupero.

  1. Presentation. Riferito ad applicazioni che semplicemente visualizzano informazioni contestuali o servizi agli utenti, ad esempio la presentazione all’utente di documenti che stava ricercando in base al contesto. Tuttavia, in letteratura è sottolineato che è spesso difficile distinguere tra presentazione delle informazioni e presentazione di servizi.
  2. Auto Execution. Comprende le fasi di Context-Triggered Actions e Contextual Adaption ed è la capacità di eseguire o modificare automaticamente un servizio in base al contesto attuale.
  3. Tagging. Contrassegnare le informazioni contestuali per il successivo recupero (o Contextual Augmentation), è la capacità di associare dati digitali al contesto dell’utente.

Alcune delle principali sfide in materia di context-aware computing sono:

  • lo sviluppo di una tassonomia e la rappresentazione uniforme dei tipi di contesto;
  • le infrastrutture per promuovere la progettazione, la realizzazione e l’evoluzione di applicazioni context-aware;
  • la scoperta di interessanti applicazioni context-aware che aiutino la nostra interazione quotidiana con i servizi computazionali onnipresenti;

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *