Definizione dei linguaggi orientati alle conoscenze

Definizione dei linguaggi orientati alle conoscenze

Definizione dei linguaggi di programmazione

LINGUAGGI ORIENTATI ALLE CONOSCENZE: questi linguaggi sono importanti nell’ambito dell’INTELLIGENZA ARTIFICIALE. Infatti, negli anni ’80 è avvenuto il fiorire di un’area degli studi informatici ovvero l’intelligenza artificiale (AI) il cui obbiettivo era creare macchine in grado di sostituire la mente umana, di riprodurre la capacità intellettiva dell’uomo e di apprendere dall’esperienza (casi che vengono esaminati dal sistema informatico).

I programmi che utilizzano l’intelligenza artificiale sono sviluppati attraverso linguaggi orientati alle conoscenze, con la particolarità di avere i comandi espressi in forma condizionale. In termini ipotetici. I software dell’intelligenza artificiale vengono utilizzati in ambiente aziendale per aiutare l’attività dei manager, i quali sono chiamati a decidere sul futuro dell’azienda, quindi su condizioni di incertezza. Inoltre le procedure automatizzate dei linguaggi orientati alle conoscenze vengono descritti in termini di regole logiche. Una regola logica determina un rapporto di causa-effetto tra una condizione (complessa) e una conclusione.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *