Definizione e Differenza tra Informatica e Informatica Aziendale

Definizione e Differenza tra Informatica e Informatica Aziendale

Il termine informatica deriva dalle parole informazione e automatica ed è stato coniato da Philippe Dreyfus nel 1962. Con l’andare degli anni questo termine è diventato d’uso quotidiano, ma spesso viene utilizzato erroneamente o con contorni poco definiti. Pighin e Marzona definiscono l’informatica come: “la scienza che studia sia i principi di rappresentazione ed elaborazione elettronica dell’informazione sia l’insieme delle strutture tecnologiche hardware e software utilizzate per la raccolta, l’archiviazione, l’elaborazione dei dati e la produzione di informazioni”. Questa duplice natura è evidenziata anche dal fatto che l’informatica si riconduce a due distinte aree scientifiche: la scienza dell’informazione e la scienza di calcolatori (chiamata anche computer science).

Definizione e Differenza tra Informatica e Informatica Aziendale

Nell’accezione più vasta, informatica indica soprattutto il trattamento dell’informazio ne con mezzi automatici. Il suo rapido sviluppo all’interno della società occidentale è diretta conseguenza del bisogno di trasformare sempre più rapidamente, economicamente e con sicurezza i dati raccolti in risultati da poter raggiungere il vantaggio competitivo.

Il termine generale ed ampio “informatica” assume connotati più definiti quando viene accompagnato da aggettivi; informatica medica e sicurezza informatica sono due esempi che circoscrivono chiaramente due ambiti diversi dell’informatica. Ogni qualvolta si accosta una parola al termine informatica si crea una nuova scienza in cui le conoscenze dell’informatica si uniscono a quelle specifiche dell’ambito oggetto d’interesse, fornendo nuove soluzioni a problemi noti o facendo emergere necessità prima non visibili.

D’altro canto, l’informatica aziendale è quella disciplina che studia l’applicazione dell’informatica nelle aziende e l’influenza che essa ha nei diversi ambiti dell’organizzazione. Si tratta dell’amb ito dell’informatica che ha il compito di progettare, mantenere e utilizzare i sistemi computerizzati per l’elaborazione dei dati in modo elettronico all’interno dell’organizzazione. L’informatica aziendale è essenziale per l’automazione delle applicazioni aziendali, ossia garantisce che tutte le operazioni siano eseguite dall’elaboratore, in termini quantitativi e qualitativi, almeno al pari rispetto alle operazioni precedentemente eseguite dall’uomo.

Gli ambiti di utilizzo dell’informatica all’interno delle aziende sono molteplici e, in pratica, ne supportano tutte le funzioni. È possibile identificare quali supporti può portare l’informatica aziendale:

  • Di supporto operativo: l’introduzione di tecnologie informatiche non ha apportato modifiche solo dal punto di vista strumentale (ad esempio sostituendo la “carta” con documenti a formato elettronico) ma, soprattutto, ha introdotto delle procedure che dirigono e facilitano i compiti esecutivi. Essenziale è l’attività di controllo che gli operatori possono eseguire lungo tutto il processo. In questo modo gli operatori, guidati attraverso i passaggi corretti dei processi , possono avviare controlli interattivi sui dati digitali e possono facilitare la ricerca d’informazioni tramite la disponibilità di banche dati centralizzate, le quali assicurano la certezza e la validità dei risultati ottenuti.
  • Di supporto organizzativo: le tecnologie informatiche hanno apportato significative innovazioni nell’organizzazione del lavoro, nei processi e nel flusso informativo. Il grande cambiamento è stato la riduzione della necessità di risorse operative, rimpiazzate da strumenti automatizzabili e, contemporaneamente, l’aumento della necessità di risorse con competenze a livello organizzativo, per il trattamento dei processi e per la gestione dei dati.
  • Di controllo: grazie alle tecnologie informatiche ogni compito viene tempestiva mente registrato e, con la sua registrazione, il controllo è simultaneo. In questo modo l’attività viene rilevata in modo preciso in ogni sua peculiarità e viene memorizzata nel sistema informativo in modo permanente. Gli eventi possono essere di svariato tipo come, ad esempio, ordini, avanzamenti di produzione, spedizioni ed ogni altro fatto significativo per la vita aziendale. La raccolta di questi dati consente analisi quantitative sull’andamento dell’attività, permette l’attuazione di politiche di controllo e favorisce il processo decisionale suggerendo azioni tempestive in relazione allo stato degli eventi monitorati.
  • Di supporto strategico: l’infrastruttura informatica è essenziale per il migliora mento e il mantenimento delle performance aziendali poiché memorizza i dati, supporta i processi di trasformazione e di comunicazione dell’intera organizzazione. Ultimo grande vantaggio dell’informatica aziendale è quello di favorire nuove opportunità legate alle innovazioni di prodotto e di processo, le quali possono essere introdotte in azienda grazie al supporto tecnologico.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *