Differenza tra Cardinalità e Modalità in informatica

Differenza tra Cardinalità e Modalità in informatica

Cardinalità

La cardinalità, o in inglese cardinality, descrive che un modello di dati deve essere in grado di rappresentare il numero di occorrenze di un oggetto/i in una data relazione. Può essere espresso nel modello di “uno” o “molti”. Nella progettazione del database, di solito definiamo un gruppo di oggetti e rappresentiamo le coppie oggetto o relazione che li vincolano. Supponendo una coppia semplice: L’oggetto “a” correlato all’oggetto “b” non fornisce informazioni sufficienti per scopi di ingegneria del software. Quindi, per interpretare quante occorrenze di un oggetto sono correlate a quante occorrenze di altri oggetti viene concepita la cardinalità.

Per associare due oggetti, è possibile stabilire una delle tre relazioni.

  1. One-to-one: In questa relazione, la ricorrenza dell’oggetto “x” può riguardare solo una ricorrenza dell’oggetto “y” e viceversa.
  2. Uno-a-molti: Una ricorrenza dell’oggetto “x” può essere correlata a più occorrenze dell’oggetto “y”. Tuttavia, l’oggetto “y” può riguardare solo una singola occorrenza di “x”.
  3. Many-to-many : più occorrenze dell’oggetto “x” possono riguardare più occorrenze dell’oggetto “y” e viceversa.

Differenza tra Cardinalità e Modalità in informatica

Modalità

La modalità, o in inglese modality, è completamente diversa dalla cardinalità. Il suo valore viene calcolato come “o” quando non è necessario che si verifichi la relazione o se la relazione è facoltativa. Il valore della modalità è “1” se esiste una compulsione per il verificarsi di una relazione. In parole semplici, descrive se è necessaria o meno una relazione tra due o più entità. Al contrario della cardinalità, la modalità della relazione data può essere nullable o non nullable.

Differenza tra Cardinalità e Modalità

La principale differenza tra cardinalità e modalità è che la cardinalità è definita come la metrica utilizzata per specificare il numero di occorrenze di un oggetto in relazione al numero di occorrenze di un altro oggetto. Al contrario, la modalità indica se un determinato oggetto dati deve partecipare o meno alla relazione.

Infine, ci possono essere tre casi possibili nella cardinalità: uno a uno, uno a molti e molti a molti. Al contrario, la modalità della relazione data può essere nullable o non nullable.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: https://vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *