Differenza tra Informatica e Ingegneria Informatica

Differenza tra Informatica e Ingegneria Informatica

In questo articolo si vuole mettere in evidenza la sostanziale e sconosciuta differenza tra la facoltà di  Informatica e Ingegneria Informatica.

Differenza tra Informatica e Ingegneria Informatica
Differenza tra Informatica e Ingegneria Informatica

Partiamo dunque dalla facoltà di Informatica. Informatica offre nella maggior parte dei casi una solida (si spera) preparazione teorica su quelle che sono le basi dell’informatica: teoria dei numeri, logica matematica avanzata, la matematica di Turing (che ti scoppia il cervello), teoria dei linguaggi di programmazione, implementazione dei linguaggi di programmazione, struttura dei sistemi operativi e delle macchine calcolatrici, concetti avanzati di algoritmi (e soprattutto) strutture dati etc. etc.

Di contro, un ingegnere e quindi laureato in ingegneria informatica è sostanzialmente un ingegnere. Esso ha dovuto approfondire nel suo corso di studi “tonnellate” di analisi, fisica e metodi arcani e ingegneristici per risolvere problemi più o meno complessi. Più una certa preparazione migliore in elettronica e certe cose ingegneristiche di segnali e ancora tanto altro ancora

In un certo senso, la facolta di informatica è tutta incentrata sulla matematica discreta e ingegneria sulla matematica continua. Per fare un esempio, se parliamo di reti è probabile che l’informatico conoscerà molto bene tutti gli algoritmi e il funzionamento dei vari protocolli di rete, mentre un ingegnere sarà più preparato su segnali, interferenze etc. All’atto pratico, quale figura è più indicata per mettere in piedi una rete complessa? Entrambe che lavorano assieme.

Poi capiamoci: a imparare a programmare puoi imparare soltanto da solo. I corsi possono darti l’infarinatura, le nozioni, possono insegnarti a pensare e esprimere un algoritmo. Ma a progettare e implementare progetti di medie dimensioni in modo molto coerente, chiaro, mantenibile, funzionante e seguendo dei modelli definiti non puoi impararlo soltanto da solo.

Infine, a mio modestissimo e sincero parere (ma riconosco comunque un certo bias) la preparazione di informatica ti aiuta di più a diventare un programmatore elegante, raffinato e preciso perché ti dà le basi matematiche, teoriche e anche storiche per capire come una certa cosa è fatta e anche come viene fatta. Dall’altra parte un ingegnere è sicuramente in grado di risolvere una vastissima gamma di problemi e situazioni problematiche con i suoi metodi ingegneristici “magici” che un informatico non ha veramente la più pallida idea di come si affrontino.

Precedente Professione Informatica: La figura del componente dello Scrum Team Successivo Definizione e Differenza principale tra Leader e Leadership

Lascia un commento

*