Differenza tra protocolli RTP, RTCP e RTSP per il real-time

Differenza tra protocolli RTP, RTCP e RTSP per il real-time

In questo articolo vengono descritti alcuni protocolli per i dati multimediali sfruttati per la trasmissione real-time che sono utilizzati generalmente nei sistemi distribuiti.
Questi protocolli si posizionano nel livello applicativo nella pila protocollare TCP/IP e in particolare sono utilizzati anche per la gestione della sessione che esso è una delle parti più importanti nell’architettura di una trasmissione multimediale. Per lo streaming abbiamo bisogno di vari protocolli per avere l’inizializzazione e la trasmissione dei dati multimediali, quelli più utilizzati sono:

  1. RTP (Real Time Transport Protocol) è un protocollo di trasporto in tempo reale dei dati.
  2. RTCP (Real Time Control Protocol) è un protocollo ideato per lavorare con RTP per il monitoraggio e non di controllo nella qualità della distribuzione.
  3. RTSP (Real Time Streaming Protocol) è un protocollo di controllo ma non di monitoraggio per la trasmissione dei dati.

Differenza tra protocolli RTP, RTCP e RTSP per il real-time

RTP

Il protocollo RTP fornisce i servizi di consegna point-to-point per i dati in tempo reale, per esempio, come nell’audio e nel video interattivi . Definito nell’RFC appena citato, affronta molti problemi che non vengono affrontati nell’UDP. Ogni sequenza di bit ha determinati riferimenti temporali. Rileva problemi di comunicazione come i pacchetti mancanti o ridondanti. Monitora il traffico con statistiche, sono previsti l’utilizzo di differenti formati multimediali. Però si deve gestire autonomamente problemi come l’adeguazione della larghezza di banda, la velocità di trasmissione, quindi dovrà essere gestito da un altro protocollo. In conclusione, è stato scelto l’UDP come imbustamento per il protocollo RTP per varie ragioni: RTP è stato ideato per il multicast e non è appropriato l’uso del TCP che è connesso e non scala bene come l’UDP, il secondo fatto è che la trasmissione real-time, l’affidabilità non è di principale importanza rispetto la trasmissione veloce perché se ci fosse qualche perdita di pacchetto è necessario continuare con il flusso di trasmissione. Questo protocollo aggiunge inoltre all’UDP: il timestamp, il numero di sequenza, l’identificazione del payload e la possibilità di identificare le sorgenti e per la sincronizzazione.

RTCP

RTCP fornisce informazioni all’applicazione per la riproduzione multimediale di diverse sessioni RTP. Ogni sessione RTP avremo sempre per il monitoraggio una sessione RTCP che non trasporta dati multimediali, ma solo informazioni di monitoraggio e statistiche. I pacchetti RTCP vengono periodicamente inviati da ciascun partecipante a tutti gli altri partecipanti per comunicare l’informazione sulla qualità della trasmissione dei dati.
In questi pacchetti d’informazione, fornisce varie servizi. Il più importante è il monitoraggio della congestione e la qualità del servizio, così che l’applicazione potrebbe valutare le performance della rete per la trasmissione multicast. Inoltre, permette una informazione di ritorno sulla sessione RTP, utile per avere un feedback all’applicazione per adattarsi alle condizioni della rete come cambiare la codifica o ridurre il tasso di trasmissione dei dai.

RTSP

RTSP è un protocollo che si trova nel livello applicativo che durante la trasmissione dei dati controlla il flusso trasmesso. È strutturato con un paradigma Client-Server che ha il compito di controllare la trasmissione dei dati solo quando è necessario. Fornisce un insieme di comandi dedicati al controllo ed alla trasmissione distribuita delle risorse nella rete.
RTSP ha il dovere di trasportare le informazioni e non di distribuire i dati stessi, fatto per esempio dal protocollo RTP. Principalmente supporta il controllo dei dati sul trasporto e il recupero delle informazioni da un server multimediale.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *