Differenza tra skill e competenza nel mondo digitale

Differenza tra skill e competenza nel mondo digitale

Alla luce di ciò che è stato affermato finora, ci si domanda quali siano effettivamente quelle competenze e quelle capacità che debbono essere coltivate, adottate e promosse per un efficiente funzionamento del mercato del lavoro e dello sviluppo delle organizzazioni che investono nel loro futuro digitale. In particolare, è da sottolineare come le abilità più tradizionali, che pre-digitalizzazione rappresentavano i parametri essenziali e sufficienti del bagaglio del lavoratore, non siano state necessariamente soppiantate ed eliminate del tutto dall’avvento di più recenti requisiti minimi, ma si siano a volte gradualmente sommate alle nuove skill, magari assumendo alcuni contorni e tratti specifici in relazione al nuovo contesto tecnologico. Prima di tutto però è necessario delineare approfonditamente i concetti di “skill” e di “competenza” perché, per quanto spesso siano utilizzati in maniera interscambiabile, hanno in realtà valenze diverse.

Differenza tra skill e competenza nel mondo digitale

Skill e Competenza

Sia le skill sia le competenze si identificano come un’abilità che un individuo ha acquisito mediante formazione, educazione ed esperienza. I due concetti però differiscono alquanto in funzione e in un’ottica di talent management.

Le skill denotano specifiche abilità acquisite, specifiche attività che si imparano a svolgere e che possono variare molto in termini di complessità. Essere a conoscenza delle abilità di una persona permette di capire se la sua formazione ed esperienza l’hanno preparata per un determinato tipo di attività lavorativa. Esse indicano insomma di quale tipo di abilità un individuo ha bisogno per poter svolgere un’attività o un lavoro. Nonostante ciò, le skill non permettono di capire “come” quello stesso individuo può portare a termine un lavoro in maniera ottimale o come agisce nell’ambiente lavorativo per ottenere un buon risultato.

È proprio a questo, invece, che servono le competenze: esse traducono e trasportano le abilità individuali in comportamenti da tenersi in ambito lavorativo che consentono di arrivare a un obbiettivo. Le competenze dunque definiscono in modo più ampio rispetto alle skill i requisiti per ottenere una buona performance lavorativa, perché esse sono costituite anche da conoscenza e abilità, oltre alle skill stesse. Una competenza quindi potrebbe incorporare delle skill, ma è molto più di questa perché contiene abilità e comportamenti e soprattutto l’elemento della conoscenza, che è fondamentale per l’uso delle skill. Essa è composta anche da tratti personali, caratteristiche individuali e motivazione della persona, e consiste nello sfruttare risorse psico-sociali del singolo in base allo specifico contesto lavorativo per ottenere il massimo del risultato.

Volendo chiarire ulteriormente l’idea, si potrebbe dire che le competenze sono l’organizzazione e l’unione delle skill, delle abilità e delle conoscenze tecniche per conseguire una performance lavorativa di successo, mentre le skill sono i mattoncini da cui partire per costruire tutto ciò. Entrambe sono essenziali.

Precedente Cos'è, vantaggi, problemi e le nuove sfide dalla trasformazione digitale Successivo Significato, caratteristiche e benefici dell'Industria 4.0

Lascia un commento