Differenze nelle attività di Marketing tradizionale e Digital Marketing

Differenze nelle attività di Marketing tradizionale e Digital Marketing

Il marketing tradizionale, come da definizione, ha come obiettivo la creazione di scambi tra impresa e consumatori, al fine di conseguire i propri obiettivi da parte di entrambi i soggetti. Nei mercati moderni, però, il consumatore appare come colui che presta attenzione a qualità, servizio e flessibilità dell’offerta, e dunque colui che richiede prodotti e servizi sempre più differenziati e personalizzati; è per questo che viene definito il passaggio da una logica product-oriented ad una customer-oriented, dove il cliente è al centro delle decisioni dell’impresa.
In realtà, le variabili del modello delle 4P, caratterizzanti del marketing tradizionale, fanno riferimento solamente ai prodotti in senso stretto; per includere i servizi tra le leve di marketing da considerare per la creazione di una strategia di marketing mix, sono state integrate persone, processi ed evidenza fisica, ossia fattori che includono anche variabili esterne all’azienda.

Differenze nelle attività di Marketing tradizionale e Digital Marketing

Analizzando il modello delle 4C, teorizzato da R. F. Lauterborn, si considera: Customer need, ossia la necessità di comprendere le esigenze dei consumatori sia nella fase di lancio di nuovi prodotti sia per la proposta di prodotti differenziati rispetto alla concorrenza, in modo da creare un vantaggio competitivo sin dalla prima mossa; il Cost to the consumer fa riferimento all’analisi del prezzo che il consumatore è disposto a pagare, e dunque considera la soddisfazione del cliente anche dal punto di vista finanziario; per Communication si intende la capacità dell’azienda di creare una relazione bidirezionale in modo da restare sempre connessi con i consumatori; infine, per Convenience si considerano le tecniche distributive scelte, sia per l’azienda che per il cliente, ma anche le modalità di transazione e i mezzi di pagamento.
Con l’avvento dell’ecommerce, ossia “attività consistente nell’acquisto e nella vendita di prodotti e servizi tramite Internet, sia da parte di aziende tradizionali sia tramite piattaforme specializzate”, si sente la necessità di inserire tra le variabili anche la Community, che rappresenta l’interazione tra cliente e impresa, attraverso cui ci si scambia informazioni, e il Content, ossia l’insieme di immagini, video e altro che vengono utilizzati per la presentazione del proprio marchio.

Il marketing tradizionale che si affida a strumenti come le pubblicità in televisione, gli spazi sui giornali e i cartelloni nelle città, si sta sviluppando. Uno dei motivi per i quali è preferibile sfruttare strumenti digitali è il fattore costo: è possibile limitare l’utilizzo di ricerche di mercato (telefoniche, tramite questionari o con qualsiasi altro metodo), poiché tramite le conversazioni sul web dei consumatori è possibile raccogliere informazioni relative ai propri prodotti o alla propria reputazione, ma è anche possibile testare l’efficacia della strategia investendo poche centinaia di euro, in modo da limitarne i rischi.

Uno degli elementi distintivi consiste nella misurabilità dei dati: tutte le operazioni svolte in rete sono in qualche modo tracciate, e dunque, sono analizzabili. la pubblicità online consente di ottenere dati esatti relativi all’andamento della campagna. Altra caratteristica fondamentale è l’abbassamento delle barriere all’entrata nei confronti di alcune attività: oggi è possibile anche ai meno esperti la pubblicazione di contenuti sul web attraverso programmi o siti guida facili da usare e gratuiti. Questo è reso possibile dallo sviluppo di tecnologie che consentono da un lato la riduzione dei costi di gestione, dall’altro l’aumento del numero degli utenti sempre connessi.

Infine, la pubblicità online consente una profilazione dei destinatari del messaggio. Gli utenti lasciano costantemente tracce della propria persona, dei familiari, dei propri gusti e degli interessi: basti pensare alla mole di dati che si fornisce nel momento in cui ci si iscrive ad un Social Media. Ecco dunque che nascono degli strumenti che permettono di creare annunci pubblicitari ad hoc per gli utenti prescelti, in modo da essere sicuri che la pubblicità venga vista da persone potenzialmente interessate alla stessa. Inoltre, è possibile modificare la pubblicità in qualsiasi momento.
Per esempio tramite Facebook Ads oppure Google Adwords è possibile scegliere il target in maniera precisa, in modo da essere sicuri di trasmettere il messaggio giusto alle persone giuste al momento giusto, fattori che risultano decisivi per ottenere buoni risultati dall’investimento in pubblicità, e dunque riuscire a ridurre il costo per lead. Nel caso in cui, dopo aver testato la campagna, si riscontrano dei dati non coerenti con le aspettative, sarà possibile modificare con facilità, per esempio, i parametri di targetizzazione degli utenti.

Per concludere, possiamo affermare che il marketing digitale dispone di dati e informazioni in quantità molto maggiore rispetto al Marketing tradizionale, e maggiori sono le informazioni di cui un’azienda dispone, migliore sarà l’approccio e la relazione che verrà a crearsi con il cliente, così come maggiore sarà la probabilità di riuscire a fidelizzare il cliente al brand.

L’attività di marketing online non esclude infatti l’attività di marketing tradizionale: il Digital Marketing è una logica qualitativa che mira alla creazione di un rapporto sincero e leale tra azienda e cliente prima, durante e dopo il processo d’acquisto.
Lo spostamento da una logica meramente quantitativa a una digital integrated, e dunque il fatto che il marketing abbia come obiettivo la soddisfazione e non la quota di mercato o il volume di vendita, richiede un cambiamento nella cultura aziendale e nel modello di business.

Pubblicato da Vito Lavecchia

Lavecchia Vito Ingegnere Informatico (Politecnico di Bari) Email: [email protected] Sito Web: www.vitolavecchia.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *